Takhtajaniantha austriaca (Willd.) Zaika, Sukhor. & N. Kilian {ID 6983}

Immagini e ritrovamenti dei nostri iscritti

Moderatore: PIERA

Rispondi
Avatar utente
Silvio Colombo
Messaggi: 1732
Iscritto il: 21 apr 2017, 14:50
Nome: Silvio
Cognome: Colombo
Residenza(Prov): Desenzano del Garda (BS)

Takhtajaniantha austriaca (Willd.) Zaika, Sukhor. & N. Kilian {ID 6983}

Messaggio da Silvio Colombo » 08 apr 2021, 16:31

Takhtajaniantha austriaca (Willd.) Zaika, Sukhor. & N. Kilian
Asteraceae: Scorzonera barbuta
Lonato del Garda (BS), 190 m, apr 2021
Foto di Silvio Colombo


Era più comprensibile quando si chiamava Scorzonera austriaca.
Allegati
sc 1.JPG
sc 1.JPG (173.1 KiB) Visto 143 volte
IMG_7271 (3).JPG
IMG_7271 (3).JPG (161.22 KiB) Visto 143 volte

Avatar utente
Silvio Colombo
Messaggi: 1732
Iscritto il: 21 apr 2017, 14:50
Nome: Silvio
Cognome: Colombo
Residenza(Prov): Desenzano del Garda (BS)

Re: Takhtajaniantha austriaca (Willd.) Zaika, Sukhor. & N. Kilian

Messaggio da Silvio Colombo » 08 apr 2021, 16:32

Takhtajaniantha austriaca (Willd.) Zaika, Sukhor. & N. Kilian
Allegati
sc 3.JPG
sc 3.JPG (93.33 KiB) Visto 142 volte
sc 4.JPG
sc 4.JPG (55.05 KiB) Visto 142 volte

Avatar utente
Silvio Colombo
Messaggi: 1732
Iscritto il: 21 apr 2017, 14:50
Nome: Silvio
Cognome: Colombo
Residenza(Prov): Desenzano del Garda (BS)

Re: Takhtajaniantha austriaca (Willd.) Zaika, Sukhor. & N. Kilian

Messaggio da Silvio Colombo » 08 apr 2021, 16:33

Takhtajaniantha austriaca (Willd.) Zaika, Sukhor. & N. Kilian
Allegati
sc 6.JPG
sc 6.JPG (205.42 KiB) Visto 141 volte
sc 7.JPG
sc 7.JPG (140.73 KiB) Visto 141 volte

Avatar utente
Servodio
Amministratore
Messaggi: 2770
Iscritto il: 28 mag 2011, 21:21
Nome: Sergio
Cognome: Servodio
Residenza(Prov): Milano (MI)
Località: Milano e Canzo (CO)

Re: Takhtajaniantha austriaca (Willd.) Zaika, Sukhor. & N. Kilian

Messaggio da Servodio » 08 apr 2021, 19:48

Silvio Colombo ha scritto:
08 apr 2021, 16:31
Takhtajaniantha austriaca (Willd.) Zaika, Sukhor. & N. Kilian
Asteraceae: Scorzonera barbuta
Lonato del Garda (BS),190 m, apr 2021
Foto di Silvio Colombo


Era più comprensibile quando si chiamava Scorzonera austriaca.
Davvero? :nuvl:
"Carpe diem, quam minimum credula postero." Orazio
"Quel cielo di Lombardia così bello quand'è bello, così splendido, così in pace." A.Manzoni
https://www.actaplantarum.org/florule/f ... e.php?f=14

Avatar utente
F. Fen.
Moderatore
Messaggi: 13551
Iscritto il: 04 feb 2008, 20:44
Nome: Franco
Cognome: Fenaroli
Residenza(Prov): Brescia (BS)
Località: Brescia

Re: Takhtajaniantha austriaca (Willd.) Zaika, Sukhor. & N. Kilian

Messaggio da F. Fen. » 08 apr 2021, 20:03

Mi rifiuto.... :nuvl:, innominabile! :D
:bye: franco
La teoria del tutto, ovvero perché l'universo esiste: se trovassimo la risposta decreteremmo il definitivo trionfo della ragione umana poiché allora conosceremmo il pensiero stesso di Dio.
Stephen W. Hawking

Umberto Ferrando
Moderatore
Messaggi: 4568
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28
Nome: Umberto
Cognome: Ferrando
Residenza(Prov): Mele (GE)

Re: Takhtajaniantha austriaca (Willd.) Zaika, Sukhor. & N. Kilian

Messaggio da Umberto Ferrando » 09 apr 2021, 09:00

Però è interessante, perché il Takhtajaniantha Nazarova era stato ritenuto a lungo monospecifico, comprendendo la sola Takhtajaniantha pusilla (Pallas) Nazarova (Asia centrale e Russia europea sud-orientale), mentre ora comprende altre quattro specie, di cui Takhtajaniantha austriaca (Willd.) Zaika, Sukhor. & N.Kilian è quella con l'areale più occidentale. Ho letto l'articolo che propone questa combinazione ed è recentissimo (2020) e mi pare che la scelta sia stata compiuta in un'ottica di tipo split, più che altro per non dover re-includere Podospermum DC. in Scorzonera L., di fatto quello di Scorzonera L. s.l. è un caso del tutto analogo a quello di Anemone L. s.l.: ci sono dati (di modestissima rilevanza, ma concreti) che in qualche modo consentono di associare un assetto molecolare a uno morfologico ed evitano l'accorpamento/inclusione di troppi generi in uno solo biologicamente molto esteso e morfologicamente "troppo" variabile. Mi pare che sia l'impostazione ormai prevalente nella tassonomia botanica più recente, anche se io preferirei scelte di carattere esattamente opposto e riabilterei volentieri Scorzonera laciniata L. o Anemone pulsatilla L. pur di non aver a che fare con Takhtajaniantha austriaca (Willd.) Zaika, Sukhor. & N. Kilian o con Anemonastrum narcissiflorum (L.) Holub

Ciao
Umberto

Avatar utente
AleAle
Messaggi: 8280
Iscritto il: 28 feb 2008, 00:05
Nome: Alessandro
Cognome: Alessandrini
Residenza(Prov): Bologna (BO)

Re: Takhtajaniantha austriaca (Willd.) Zaika, Sukhor. & N. Kilian {ID 6983}

Messaggio da AleAle » 09 apr 2021, 10:34

In fondo esisterebbero le "sezioni" che permettono di tenere i Genere più ampi senza sacrificare le differenze interne (che peraltro dipendono molto dal peso che viene dato dai diversi studiosi alle differenze rilevate a livello molecolare).
Altrimenti il rischio è che man mano ogni specie venga associata a un genere diverso; naturalmente con nomi sempre più impestati (da leggere ma soprattutto da scrivere).
Ciao
Ale

Umberto Ferrando
Moderatore
Messaggi: 4568
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28
Nome: Umberto
Cognome: Ferrando
Residenza(Prov): Mele (GE)

Re: Takhtajaniantha austriaca (Willd.) Zaika, Sukhor. & N. Kilian {ID 6983}

Messaggio da Umberto Ferrando » 09 apr 2021, 21:19

AleAle ha scritto:
09 apr 2021, 10:34
In fondo esisterebbero le "sezioni" che permettono di tenere i Genere più ampi senza sacrificare le differenze interne (che peraltro dipendono molto dal peso che viene dato dai diversi studiosi alle differenze rilevate a livello molecolare).
Altrimenti il rischio è che man mano ogni specie venga associata a un genere diverso; naturalmente con nomi sempre più impestati (da leggere ma soprattutto da scrivere).
Ciao
Ale
Chiaramente taxa come la sezione o il subgenere sarebbero funzionali in quanto da un lato conciliabili (o quantomeno adattabili) alla cladistica e dall'altro utili per non creare eccessive suddivisioni e frammentazioni in generi altrimenti ben conosciuti, il punto è che mi pare si stia andando in direzione esattamente opposta (generi piccoli e con pochi o punto subgeneri e sezioni) e sinceramente è una cosa che non mi piace, anche se può dipendere dalla mia mentalità piuttosto conservatrice.

A presto.
Umberto

Rispondi

Torna a “Foto e notizie di specie della flora spontanea italiana”