Picea abies (L.) H. Karst.

Moderatore: Franco Giordana

Regole del forum
Leggete negli annunci qui sotto le regole da seguire per l'inserimento di nuovi argomenti in questo forum
Rispondi
Avatar utente
maria grazia
Moderatore
Messaggi: 1735
Iscritto il: 25 mar 2008, 12:19
Nome: Maria Grazia
Cognome: Lobba
Residenza(Prov): Ciampino (RM)
Località: ciampino
Contatta:

Picea abies (L.) H. Karst.

Messaggio da maria grazia » 27 giu 2019, 14:49

Picea abies (L.) H. Karst.
Pinaceae: Abete rosso, Peccio
Pendici Monte Petrella - Monti Aurunci (LT), 1400 m, giu 2019
Foto di Maria Grazia Lobba

Unico esemplare in un bosco misto con rimpianto di Pinus nigra
Sembrerebbe un Picea abies
si può confermare? grazie mille!
Allegati
picea.JPG
picea.JPG (114.94 KiB) Visto 174 volte
picea ramo.JPG
picea ramo.JPG (118.91 KiB) Visto 174 volte

Avatar utente
maria grazia
Moderatore
Messaggi: 1735
Iscritto il: 25 mar 2008, 12:19
Nome: Maria Grazia
Cognome: Lobba
Residenza(Prov): Ciampino (RM)
Località: ciampino
Contatta:

Re: Picea abies (L.) H. Karst.

Messaggio da maria grazia » 27 giu 2019, 14:50

altri particolari
Allegati
strobilo.JPG
strobilo.JPG (85.44 KiB) Visto 173 volte
aghi picea.JPG
aghi picea.JPG (84.32 KiB) Visto 173 volte

Avatar utente
F. Fen.
Moderatore
Messaggi: 14742
Iscritto il: 04 feb 2008, 20:44
Nome: Franco
Cognome: Fenaroli
Residenza(Prov): Brescia (BS)
Località: Brescia

Re: Picea abies (L.) H. Karst.

Messaggio da F. Fen. » 27 giu 2019, 15:17

Per quanto capisco dalle foto concordo con tua diagnosi, Abete rosso.
:bye: franco
La teoria del tutto, ovvero perché l'universo esiste: se trovassimo la risposta decreteremmo il definitivo trionfo della ragione umana poiché allora conosceremmo il pensiero stesso di Dio.
Stephen W. Hawking

Avatar utente
maria grazia
Moderatore
Messaggi: 1735
Iscritto il: 25 mar 2008, 12:19
Nome: Maria Grazia
Cognome: Lobba
Residenza(Prov): Ciampino (RM)
Località: ciampino
Contatta:

Re: Picea abies (L.) H. Karst.

Messaggio da maria grazia » 27 giu 2019, 15:32

Grazie mille, immagino che ormai sia da considerarsi naturalizzato, :bye:

Avatar utente
Franco Giordana
Amministratore
Messaggi: 15157
Iscritto il: 01 feb 2008, 10:40
Nome: Franco
Cognome: Giordana
Residenza(Prov): Crema (CR)
Località: Crema (CR)

Re: Picea abies (L.) H. Karst.

Messaggio da Franco Giordana » 27 giu 2019, 15:38

Io lo considererei un errore di chi fornì le piante per il rimboschimento.
Franco
come eravamo prima di Acta:http://floragarz.net

Avatar utente
maria grazia
Moderatore
Messaggi: 1735
Iscritto il: 25 mar 2008, 12:19
Nome: Maria Grazia
Cognome: Lobba
Residenza(Prov): Ciampino (RM)
Località: ciampino
Contatta:

Re: Picea abies (L.) H. Karst.

Messaggio da maria grazia » 27 giu 2019, 18:57

Franco Giordana ha scritto:
27 giu 2019, 15:38
Io lo considererei un errore di chi fornì le piante per il rimboschimento.
Franco
Ok, non so, a questo punto, se inserire l'abies, ben ambientato devo dire, nella florula dei Monti Aurunci, che mi consigli? grazie mille, mg

Avatar utente
Franco Giordana
Amministratore
Messaggi: 15157
Iscritto il: 01 feb 2008, 10:40
Nome: Franco
Cognome: Giordana
Residenza(Prov): Crema (CR)
Località: Crema (CR)

Re: Picea abies (L.) H. Karst.

Messaggio da Franco Giordana » 27 giu 2019, 21:10

Un solo esemplare in una zona soggetta a rimboschimento non può ritenersi naturalizzato. Anche nel mio giardino c'erano degli abeti che mi padre metteva a dimora dopo le feste di Natale e vissuti una settantina di anni in un ambiente del tutto sfavorevole.
Sarebbe diverso il discorso se tu trovassi piantine nate per inseminazione naturale figlie di questa madre. Allora si potrebbe parlare di naturalizzazione sia pure con cautela.
Franco
come eravamo prima di Acta:http://floragarz.net

Avatar utente
maria grazia
Moderatore
Messaggi: 1735
Iscritto il: 25 mar 2008, 12:19
Nome: Maria Grazia
Cognome: Lobba
Residenza(Prov): Ciampino (RM)
Località: ciampino
Contatta:

Re: Picea abies (L.) H. Karst.

Messaggio da maria grazia » 27 giu 2019, 22:41

In effetti ho guardato se ce ne fossero ma mi pare di no, grazie mille!

Rispondi

Torna a “Alloctone e orticole non spontanee”