Ophrys sphegodes Mill. {ID 5473} - Fior di ragno

Moderatori: Marinella Zepigi, Anja, Moderatori Botanici

Bloccato
Avatar utente
Giuliano
Amministratore
Messaggi: 2959
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:11
Nome: Giuliano
Cognome: Salvai
Residenza(Prov): Carrara (MS)

Ophrys sphegodes Mill. {ID 5473} - Fior di ragno

Messaggio da Giuliano » 28 ago 2008, 20:22

Ophrys sphegodes Mill.
Gard. Dict., ed. 8. n. 8 (1768)

Ophrys sphecodes Mill.

Orchidaceae

Ofride verde-bruna, Ofride fior di ragno, Fior ragno, Fior di ragno, Ophrys araignée, Early spider-orchid, Primeras Orquídeas araña, Spinnen-Ragwurz

Forma Biologica: G bulb - Geofite bulbose. Piante il cui organo perennante è un bulbo da cui, ogni anno, nascono fiori e foglie.

Descrizione: Pianta alta 10-45 (55) cm con fiori dall'aspetto estremamente variabile, con 2 rizotuberi, ovoidi, interi, provvisti di radici filamentose.
Fusti eretti, semplici, cilindrici, lisci e glabri con
foglie basali in rosetta, con lembo ovale- lanceolato, verde scuro con riflessi argentati; le cauline ellittiche, acute, inguainanti, ripiegate a doccia, quelle superiori di dimensioni progressivamente minori, brattee, verdi ± giallastre, erbacee, appuntite più lunghe degli ovari.
Infiorescenza a spiga molto rada composta da 4-10 fiori estremamente variabili, simulanti la forma di un insetto. Tepali esterni da verde a verde giallastro, concavi, glabri, col margine revoluto, di forma oblunga, il mediano più inclinato in avanti, quelli interni più corti, concolori, oppure variabilmente più chiari o più scuri, lanceolati generalmente tronchi e con margine increspato. Labello peloso, intero, ovato raramente trilobo, misura da 0,8-0,15 cm, quasi tanto largo che lungo, leggermente smarginato, di colore bruno cupo, vellutato, con gibbosità da appena accennate a più o meno evidenti e provvisto alla base di una piccola appendice rivolta in avanti e con una macchia lucida a forma di H , II, o X, allungata, da marroncina ad azzurrognola o bruno rossiccia. Ovario cilindrico.
IL frutto è una capsula fissuricida, eretta, oblunga con semi piani, reticolati.

Tipo corologico: Euri-Medit. - Entità con areale centrato sulle coste mediterranee, ma con prolungamenti verso nord e verso est (area della Vite).

Antesi: febbraio-giugno Impollinazione:entomogama - Disseminazione:anemocora

Habitat: Luoghi aridi, erbosi, garighe e pinete, su terreni calcarei, da 0 a 1200 m di altezza

Immagine


Note di Sistematica: Oltre alla subspecie nominale, qui sopra descritta, nel nostro territorio è presente:

Ophrys sphegodes subsp. grassoana Cristaudo, Galesi, R. Lorenz & Zelesny

Tassonomia filogenetica

Immagine


______________________________________________________________________________

Etimologia: Ophrys dal greco ophris = sopraccilio per la somiglianza di quest'ultimo col labello di alcune specie; oppure in ricordo di Plinio che utilizzava una pianta da lui battezzata ophrys, ma non appartenente a questo genere, per colorare di nero le sopracciglia ai cavalli. Sphegodes, dal greco, simile ad una vespa.

Proprietà ed utilizzi:
Anche l'uomo, in talune regioni come la Turchia, diventa fattore attivo del rischio di estinzione di questo genere a causa dell'uso dei tuberi per produrre una farina "il SALEP" (in arabo "sahlab") che nella credenza popolare, ancora oggi, viene considerato afrodisiaco; oppure per produrre gelati o per dare un gusto particolare al burro di Yak; per produrre un kg di salep occorre sradicare circa 1000 piante.

Curiosità: La maggior parte delle piante ascritte a questo genere in Italia, vengono impollinate da insetti del genere Andrena, soprattutto da A.nigroaenea.
Data l'alta specializzazione acquisita da questo genere, sia in fatto di germinazione che fecondazione, conviene dare alcune informazioni sulla loro metodologia.
1) La riproduzione può essere agamica mediante la produzione di tuberi accessori, destinati a staccarsi per formare una nuova pianta; gamica quando avviene per seme; in questo caso le Orchidaceae hanno raggiunto un altissimo grado di specializzazione in quanto non avendo il loro seme le sostanze di riserva, riescono a germinare lo stesso con l'aiuto di un fungo simbionte del genere Rhizoctonia. Il micelio del fungo penetra nel seme e fornisce le sostanze organiche nutritive. Alla emissione delle prime foglioline la pianta inizia a produrre alcune sostanze organiche , che in parte cede al fungo.
Questo micotrofismo termina quando si ha lo sviluppo del primo tubero ed a questo stadio la pianticella emette un principio fungicida che inibisce il proliferare del micelio. Alcuni generi come Neottia e Limodorum continuano la simbiosi per tutta la loro vita.
2)Questo genere è tra i più specializzati nella fecondazione che è prevalentemente entomofila. Le Ophrys hanno sviluppato strategie che coinvolgono, per stimoli visivi, insetti selezionati di cui il labello riproduce gli ornamenti grafici della femmina dell'insetto pronubo, inoltre è in grado di emettere degli odori particolari, i feromoni, simili a quelli rilasciati da essa in modo da innescare un inganno verso l'insetto maschio inducendolo a iniziare un pseudocopula, atta alla consegna delle masse pollinee. Se l'insetto pronubo non è presente, la pianta procede alla autoimpollinazione (cleistogamia) che preserverà la specie ma evolutivamente è svantaggiosa.
Per attuare queste strategie il seme rimane in quiescenza anche per parecchi anni quindi, l'azione di arare o raccogliere le piante, può pregiudicare questa lunga attesa. Peccato che i tuberi di queste piante siano ricercatissimi dai cinghiali e istrici, che dove intervengono, sono in grado di compromettere per sempre la loro sopravvivenza.

Principali Fonti
PIGNATTI S., 1982. Flora d'Italia, Edagricole, Bologna
SGUAZZIN F. , Orchidee d'Italia, Carlo Lorenzini Editore, Udine, 1985
DELLA BEFFA M.T., Fiori di Campo, Istituto Geografico De Agostini S.p.A. , Novara, 1999
LAUBER K., WAGNER G., Flora Helvetica, Berna, 2001
BIAGIOLI M., GESTRI G., ACCIAI B., MESSINA A. 1999. LE VERDI PERLE DEL MONTEFERRATO
DELAFORGE P. 2005. Guide des Orchidèes d'Europe, ED. Deachaux et Niestlè
GIROS, 2009. Orchidee d'Italia, il Castello
DEL PRETE H., TICHY G., TOSI, 1993. Le Orchidee Spontanee della Maremma Grossetana- Pro. Gra. (MS)
The International Plant Names Index (IPNI)
Galleria della Flora delle Regioni Italiane


Scheda realizzata da Giuliano Salvai e Nino Messina
Aiutate i moderatori: fotografate anche i frutti e i semi,
ciò oltre ad agevolare le determinazioni, contribuisce ad implementare la galleria dei "semi e altre unità primarie di dispersione”.

Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
Messaggi: 15011
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Nome: Marinella
Cognome: Zepigi
Residenza(Prov): Lombardia (BG)
Località: Endine Gaiano (BG)
Contatta:

Re: Ophrys sphegodes Mill. - Fior di ragno

Messaggio da Marinella Zepigi » 08 mag 2013, 15:34

Ophrys sphegodes Mill.

Loc. San Gregorio: Predore (BG), 190 m, mar 2010
Foto di Federico Mangili
Ophrys sphegodes 0.jpg
Ophrys sphegodes 0.jpg (115.8 KiB) Visto 526 volte
Ophrys sphegodes 1.jpg
Ophrys sphegodes 1.jpg (52.41 KiB) Visto 525 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)

Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
Messaggi: 15011
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Nome: Marinella
Cognome: Zepigi
Residenza(Prov): Lombardia (BG)
Località: Endine Gaiano (BG)
Contatta:

Re: Ophrys sphegodes Mill. - Fior di ragno

Messaggio da Marinella Zepigi » 08 mag 2013, 15:35

Ophrys sphegodes Mill.

Loc. San Gregorio: Predore (BG), 190 m, mar 2010
Foto di Federico Mangili
Ophrys sphegodes 2.jpg
Ophrys sphegodes 2.jpg (49.94 KiB) Visto 524 volte
Ophrys sphegodes 3.jpg
Ophrys sphegodes 3.jpg (49.89 KiB) Visto 524 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)

Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
Messaggi: 15011
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Nome: Marinella
Cognome: Zepigi
Residenza(Prov): Lombardia (BG)
Località: Endine Gaiano (BG)
Contatta:

Re: Ophrys sphegodes Mill. - Fior di ragno

Messaggio da Marinella Zepigi » 08 mag 2013, 19:14

Ophrys sphegodes Mill.
Orchidaceae: Fior Ragno
Predore (BG), mar 2011
Foto di Federico Mangili
Allegati
Ophrys_sphegodes_24378_115185.jpg
Ophrys_sphegodes_24378_115185.jpg (190.68 KiB) Visto 4962 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)

Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
Messaggi: 15011
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Nome: Marinella
Cognome: Zepigi
Residenza(Prov): Lombardia (BG)
Località: Endine Gaiano (BG)
Contatta:

Re: Ophrys sphegodes Mill. {ID 5473} - Fior di ragno

Messaggio da Marinella Zepigi » 10 set 2018, 15:02

Ophrys sphegodes Mill.

Careste (FC), 650 m, giu 2013
Foto di Giorgio Faggi
Allegati
4.jpg
4.jpg (89.83 KiB) Visto 540 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)

Bloccato

Torna a “Schede Botaniche”