da determinare

Rispondi
Avatar utente
seve
Messaggi: 1310
Iscritto il: 03 apr 2010, 21:16
Nome: Claudio
Cognome: Severini
Residenza(Prov): Torino (TO)
Località: Torre Pellice

da determinare

Messaggio da seve » 21 apr 2020, 15:01

Villar Pellice (TO), 1300 m, set 2019
Foto di Claudio Severini

...del genere Trichomola ?
grazie
Allegati
01.jpg
01.jpg (199.06 KiB) Visto 276 volte
02.jpg
02.jpg (157.36 KiB) Visto 276 volte

Avatar utente
seve
Messaggi: 1310
Iscritto il: 03 apr 2010, 21:16
Nome: Claudio
Cognome: Severini
Residenza(Prov): Torino (TO)
Località: Torre Pellice

Re: da determinare

Messaggio da seve » 21 apr 2020, 15:02

.
Allegati
03.jpg
03.jpg (162.63 KiB) Visto 275 volte
04.jpg
04.jpg (159.08 KiB) Visto 275 volte

muscario
Messaggi: 54
Iscritto il: 02 nov 2016, 23:33
Nome: Daniele
Cognome: Bolognini
Residenza(Prov): Novara (NO)

Re: da determinare

Messaggio da muscario » 22 apr 2020, 22:31

Buonasera seve
Penso si tratti di specie appartenente al genere Cortinarius, sicuramente non è un Tricholoma.
Non sono in grado, purtroppo, di dire di più.
Saluti

Avatar utente
pretanto
Messaggi: 69
Iscritto il: 30 apr 2017, 15:22
Nome: Antonio
Cognome: Preto
Residenza(Prov): Vicenza (VI)
Località: Vicenza
Contatta:

Re: da determinare

Messaggio da pretanto » 23 apr 2020, 19:08

Anche secondo me un Tricholoma***, genere "ostico" in quanto alla determinazione della singola specie.
Ciao
Antonio


***= correggo la distrazione, un cortinarius anche per me, non so come mi sia sfuggito... in quanto alla specie non azzardo ipotesi (28.04.2020)


mfilippa
Messaggi: 74
Iscritto il: 06 gen 2013, 22:08
Nome: Mario
Cognome: Filippa
Residenza(Prov): Agliano Terme (AT)

Re: da determinare

Messaggio da mfilippa » 27 apr 2020, 20:28

Io ci vedo un Cortinarius, e direi leggermente sofferente per aria asciutta, se interpreto bene un orlo eccessivamente involuto, colori un po' pallidi e aspetto opaco.
Estrapolando le sensazioni, e visto un leggero tono viola sulle lamelle, azzardo la sezione Calochroi. Con un po' di dubbi per il gambo ingrossato ma non a bulbo marginato, però se ne vede solo uno.
Penso proprio che non sarà possibile andare oltre...
:bye:

Avatar utente
seve
Messaggi: 1310
Iscritto il: 03 apr 2010, 21:16
Nome: Claudio
Cognome: Severini
Residenza(Prov): Torino (TO)
Località: Torre Pellice

Re: da determinare

Messaggio da seve » 28 apr 2020, 14:46

grazie !!!
Claudio

muscario
Messaggi: 54
Iscritto il: 02 nov 2016, 23:33
Nome: Daniele
Cognome: Bolognini
Residenza(Prov): Novara (NO)

Re: da determinare

Messaggio da muscario » 14 mag 2020, 21:48

Buonasera a tutti
Riprendo questo fungo perché mi sembrava qualcosa di già visto, ma non riuscivo a ricordare cosa.
Proprio in questi giorni, casualmente, leggendo un articolo su alcuni Cortinari raccolti in regione Emilia-Romagna (Rivista di micologia n.1/1999 - Bollettino dell'Associazione micologica Bresadola - autore Giovanni Consiglio) ho visto qualcosa che si avvicina parecchio al nostro fungo, ovvero Cortinarius turgidus Fries.
Questo Cortinario sembra essere ben caratterizzato dall'habitat (faggeta), dal gambo tipicamente turgido, ossia rigonfio e dal cappello di colore argilla, rivestito da evidenti fibrille sericeo-micacee.
Naturalmente è solo un'ipotesi da confermare.
Saluti

Rispondi

Torna a “Funghi”