Visualizzare i confini di SIC, ZSC e ZPS in Google Earth

Cartografia, Paleontologia, Mineralogia, Petrologia, Meteorologia, Climatologia...
Rispondi
carlo cibei
Amministratore
Messaggi: 7345
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:08
Nome: Carlo
Cognome: Cibei
Residenza(Prov): Genova (GE)
Località: Genova

Visualizzare i confini di SIC, ZSC e ZPS in Google Earth

Messaggio da carlo cibei » 20 gen 2015, 08:36

Il sito del Ministero dell'Ambiente mette a disposizione i dati relativi ai confini di SIC (Siti di Importanza Comunitaria), ZSC (Zone Speciali di Conservazione) e ZPS (Zone di Protezione Speciale) in formato ShapeFile.
La seguente nota descrive le operazioni necessarie per scaricare tali dati, convertirli in formato kml e visualizzarli in Google Earth.

1 - Occorre innanzitutto accedere al sito del Ministero:
ftp://ftp.dpn.minambiente.it/Natura2000 ... neCE_2014/ e scaricare il file
perimetri sic_ zsc_2014.rar in una cartella locale sul proprio PC, nel mio caso C:\Carlo\ReteNatura2000

2 - Scompattate il file (cliccare con tasto destro sul nome del file e selezionare Estrai qui). Il file che dovremo convertire è sic_ita_32.shp.

3 - A questo punto occorre procurarsi un sw per effettuare la conversione. Io ho usato ogr2gui, gratuito e molto semplice da utilizzare, nella versione 0.6. Lo potete scaricare a questo indirizzo http://sourceforge.net/projects/ogr2gui ... p_redirect
Ho visto che sul sito ogr2gui è disponibile anche una versione 0.7 ma non l'ho provata. Si trova a questo indirizzo: http://www.ogr2gui.ca/en/index.php

4 - Copiare il file ogr2gui-0.6.zip in una cartella locale (es: C:\Carlo\Sorgenti\ogr2gui) e scompattarlo (cliccare sul nome file con tasto destro e selezionare Estrai qui). Non è richiesta alcuna installazione, l'eseguibile da lanciare è direttamente ogr2gui.exe.

5 - Lanciare l'eseguibile e impostare come in figura; in particolare nel campo Source selezionare il formato ESRI ShapeFile, poi cliccare il tasto Open e selezionare il file sic_ita_32.shp ottenuto al punto 2. I campi Projection e Query vengono compilati automaticamente. Nel campo Target selezionare il formato KML e in Name selezionare una cartella di uscita e definire il nome del file. Premere Execute. Nella cartella di uscita, nel mio caso ancora C:\Carlo\ReteNatura2000 viene prodotto il file con il nome assegnato (nel mio caso sic_ita.kml)
ogr2gui.jpg
ogr2gui.jpg (33.41 KiB) Visto 6586 volte
6 - Lanciare Google Earth e aprire il pannello laterale. Tornare in Esplorer nella cartella di cui al punto 5 e cliccare due volte il nome del file sic_ita.kml. Il caricamento richiede qualche istante, al termine in Google Earth, sotto i "Luoghi temporanei" comparirà sic_ita.kml e i confini saranno visibili sulla mappa.

7 - A questo punto occorre fare in modo che i confini vengano ricaricati ogni volta che si apre Google Earth. Selezionare File->Salva->Salva in I miei Luoghi. sic_ita.kml passerà da "Luoghi temporanei" in "I miei Luoghi" e sarà ricaricato ogni volta che si lancerà GoogleEartth.

8 - La visualizzazione dei confini può essere abilitata\disabilitata spuntando le relative caselle. E' possibile anche, con un po' di lavoro, suddividere i SIC per Regioni o per Province.
GoogleEarth.jpg
GoogleEarth.jpg (120.13 KiB) Visto 6586 volte
:bye:
carlo
“... c'è chi vede il bicchiere mezzo pieno e chi lo vede mezzo vuoto. In realtà è sempre tutto pieno, di due sostanze diverse.”
Ester Armanino - L'Arca

Rispondi

Torna a “Scienze della Terra”