notizie dall'amazzonia

Cartografia, Paleontologia, Mineralogia, Petrologia, Meteorologia, Climatologia...
Rispondi
Avatar utente
maria grazia
Moderatore
Messaggi: 1732
Iscritto il: 25 mar 2008, 12:19
Nome: Maria Grazia
Cognome: Lobba
Residenza(Prov): Ciampino (RM)
Località: ciampino
Contatta:

notizie dall'amazzonia

Messaggio da maria grazia » 12 feb 2012, 22:00

guardate quest'immagine straziante, quella del Capo tribù dei Kayapo, Raoni, che piange alla notizia dell'inizio dei lavori per la diga di Belo Monte, in Amazzonia:
http://coscienzasostenibile.blogspot.co ... -belo.html

Mentre giornali e talk show in tv trattano della vita di celebrità, il capo della tribù Kayapo ha ricevuto la notizia peggiore della sua vita: Dilma, "Il nuovo presidente del Brasile, ha dato l'approvazione per costruire un grande impianto idroelettrico (il terzo più grande del mondo ), e 'la condanna a morte per tutte le persone vicino al fiume perché la diga sommergerà 400.000 ettari di foresta. Più 40.000 indiani dovranno trovare un altro posto dove vivere. la distruzione degli habitat naturali, la deforestazione e la scomparsa di molte specie è un dato di fatto. " Ciò che mi muove nelle viscere, ...e che mi fa vergognare di far parte della cultura occidentale, è la reazione del capo della comunità Kayapo quando ha saputo della decisione, il suo gesto di dignità e di impotenza di fronte all'avanzata del progresso capitalista, moderno predatore di civiltà e che non rispetta le differenze. . . Ma sappiamo che una immagine vale mille parole, mostrando la realtà del prezzo reale della nostra borghese "qualità della vita". per il fabbisogno di radical chic muore un intero ecosistema e la popolazione residente.
http://www.comunicareilsociale.it/la-tr ... apo/alb/46
E chi finanzia questo progetto? La più grande banca EUROPEA: la Santander.
"...sono molto arrabbiata. ... Si tratta della diga di Belo Monte, che sbarrerà il percorso del fiume Xingu, e sarà la terza più grande diga idroelettrica al mondo. Costo previsto 17 miliardi di dollari più altri 2,5 miliardi per le linee di trasmissione e che dovrebbe fornire una potenza di 11.200 megawatt, ovvero circa 11% del totale in Brasile. Non solo questa diga distruggerà tutta la flora e la fauna della zona, con una notevole perdità di biodiversità, ma costringerà 40 mila indigeni che vivono in quella zona a non avere più un posto dove vivere. Queste tribù indigene stanno lottanto contro la costruzione di questa diga. Ma i lavori sono cominciati "

filiberto
Messaggi: 843
Iscritto il: 29 mar 2010, 00:17
Nome: Filiberto
Cognome: Fiandri
Residenza(Prov): Modena (MO)

Re: notizie dall'amazzonia

Messaggio da filiberto » 14 feb 2012, 21:00

Purtroppo si stratta di un “film drammatico” già visto e facilmente altri simili ne seguiranno.
Le minoranze sembrano fatalmente (voglio utilizzare il condizionale per ottimismo) destinate a soccombere quando si scontrano con gli interessi forti delle maggioranze.
Diritti delle minoranze, tutela della biodiversità, tutela degli ambienti di grande importanza scientifica in quanto patrimonio dell’umanità, dichiarazioni di intenti enunciate da sommi organismi internazionali,ecc.,ecc.
Le giustificazioni per disattendere, calpestare e fare il contrario di quanto si è autorevolmente detto e scritto purtroppo si trovano sempre.
Affermazioni troppo ciniche e fataliste?
Sono il primo a concordare e mi piacerebbe tanto essere smentito dai fatti: vorrebbe dire che qualche cosa sta finalmente cambiando e che soffia un vento nuovo.
Speriamo soffi.

Rispondi

Torna a “Scienze della Terra”