Aquilegia atrata W.D.J. Koch

Contributi sulla flora italiana pubblicati in Actaplantarum (sola lettura)
Regole del forum
I messaggi di questo forum costituiscono una preziosa documentazione della presenza allo stato spontaneo della flora italiana ordinata in base alla data del rinvenimento, sequenza che verrebbe alterata da qualsiasi intervento successivo, ammissibile SOLO in caso di errori nella determinazione. Per segnalare errori inviate un messaggio nel forum "Correzioni e modifiche ad Archivio floristico" ricopiando il Topic_id che trovate in cima a ogni topic dell'Archivio
Rispondi
Topic_id: 6009
Avatar utente
Graziano Propetto
Moderatore
Messaggi: 1501
Iscritto il: 25 nov 2007, 00:51
Nome: Graziano
Cognome: Propetto
Residenza(Prov): Pradamano (UD)
Località: alta pianura friulana

Aquilegia atrata W.D.J. Koch

Messaggio da Graziano Propetto »

Aquilegia nigricans Baumg.
Ranunculaceae: Aquilegia ghiandolosa
P.co Prealpi Giulie-Resia (UD), 1500 m, giu 2008
Foto di Graziano Propetto
Allegati
Aquilegia nigricans Baumg..jpg
Aquilegia nigricans Baumg..jpg (182.82 KiB) Visto 566 volte
Aquilegia%20nigricans%20Baumg_1.jpg
Aquilegia%20nigricans%20Baumg_1.jpg (183.71 KiB) Visto 456 volte
Aquilegia%20nigricansBaumg_%20(2).jpg
Aquilegia%20nigricansBaumg_%20(2).jpg (161.94 KiB) Visto 456 volte
Aquilegia%20nigricansBaumg_%20(3).jpg
Aquilegia%20nigricansBaumg_%20(3).jpg (170.47 KiB) Visto 456 volte
Aquilegia%20nigricansBaumg_(1).jpg
Aquilegia%20nigricansBaumg_(1).jpg (199.47 KiB) Visto 454 volte
Ultima modifica di Graziano Propetto il 01 gen 1970, 02:00, modificato 0 volte in totale.
Motivazione: {Italia - 5 - 102 - 0}
′′ Poiché il tempo è distanza nello spazio, il tempo è memoria sulla struttura dello spazio. Senza memoria, non c'è tempo. Senza tempo, non c'è memoria. " Nassim Haramein
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
Messaggi: 13014
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57
Nome: Daniela
Cognome: Longo
Residenza(Prov): Genova (GE)

Re: Aquilegia nigricans Baumg. {ID 816 0}?

Messaggio da Daniela Longo »

A. nigricans è segnalata per errore in FVG (e in Italia).

Potrebbe essere A. vulgaris L. unica presente in FVG del gruppo A. vulgaris Auct. Fl. It.?
Daniela
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
F. Fen.
Moderatore
Messaggi: 14180
Iscritto il: 04 feb 2008, 20:44
Nome: Franco
Cognome: Fenaroli
Residenza(Prov): Brescia (BS)
Località: Brescia

Re: Aquilegia nigricans Baumg. {ID 816 0}?

Messaggio da F. Fen. »

A. vulgaris l'ho vista nel 2018 sul Carso TS e in Slovenia. Il mio ricordo non corrisponde a queste foto. Ignoro quale sia il più consono.
:bye: franco
La teoria del tutto, ovvero perché l'universo esiste: se trovassimo la risposta decreteremmo il definitivo trionfo della ragione umana poiché allora conosceremmo il pensiero stesso di Dio.
Stephen W. Hawking
Umberto Ferrando
Moderatore
Messaggi: 4670
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28
Nome: Umberto
Cognome: Ferrando
Residenza(Prov): Mele (GE)

Re: Aquilegia nigricans Baumg. {ID 816 0}?

Messaggio da Umberto Ferrando »

Ha abbondanti tricomi ghiandolari sul fusto, per cui Aquilegia vulgaris L., che ha pelosità variabile e non ha peli ghiandolari sul fusto, andrebbe esclusa. Escludendo il colore del perigonio, che però non è un carattere di formidabile importanza (soprattutto dove vengono in contatto più entità, anche di gruppi diversi) e avendo certezza assoluta dell'assenza di Aquilegia nigricans Baumg. dal FVG (ce l'abbiamo?) questa pianta potrebbe essere riconducibile ad Aquilegia atrata W.D.J.Koch e il fatto che in altre zone del FVG ci siano popolazioni più tipiche, potrebbe anche voler dire molto poco. Però, anche partendo da una segnalazione di presenza erronea, sappiamo comunque che nessuno può davvero escludere la presenza di una data specie da una regione dove in passato era stata segnalata a meno di comprovati errori di determinazione. Alla fine secondo me potrebbe anche essere Aquilegia nigricans Baumg. ma servirebbero ben più dettagli, a partire dalle biometrie fiorali, dal momento che questa specie dovrebbe avere fiori molto più grandi rispetto alle altre dello stesso gruppo e fino a 76 mm di diametro.

Ciao
Umberto
Umberto Ferrando
Moderatore
Messaggi: 4670
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28
Nome: Umberto
Cognome: Ferrando
Residenza(Prov): Mele (GE)

Re: Aquilegia nigricans Baumg. {ID 816 0}?

Messaggio da Umberto Ferrando »

Ho visto ora che Nardi esclude Aquilegia nigricans Baumg. dai Balcani nord-occidentali (Serbia e quindi si presume che nemmeno possa esserci in Croazia e in Slovenia) mentre indica località slovacche e ungheresi, poi parla di confusione tra le piante delle popolazioni serbe (che sarebbero le meno lontane dal territorio italiano) e un'eventuale altra entità del gruppo di Aquilegia vulgaris (non si capisce se sia qualcuna di quelle presenti e descritte per quelle aree o qualcosa di diverso). Insomma la faccenda inizia pure a farsi confusa. Eviterei comunque di fare determinazioni per esclusione, anche in Liguria abbiamo piante di questo gruppo, in particolare nella zona appenninica al confine tra le province di Genova, Savona e Alessandria che non si riescono, a meno di grosse forzature, a far rientrare in alcuna delle specie effettivamente e/o teoricamente presenti. Esiste anche un problema di flusso genico tra piante coltivate e piante di popolazioni spontanee, ma non penso che sia il caso di questi esemplari friulani, anche se tali flussi possono coinvolgere popolazioni ben lontane da centri abitati. Per me la pianta di questo post di Graziano, se rigettiamo la sua determinazione, cosa che propongo prudenzialmente di fare, è meglio resti indeterminata.

Ciao
Umberto
Avatar utente
F. Fen.
Moderatore
Messaggi: 14180
Iscritto il: 04 feb 2008, 20:44
Nome: Franco
Cognome: Fenaroli
Residenza(Prov): Brescia (BS)
Località: Brescia

Re: Aquilegia nigricans Baumg. {ID 816 0}?

Messaggio da F. Fen. »

Dopo aver letto attentamente Umberto e la monografia di E. Nardi sul gen. Aquilegia in IT. prendo coraggio e dico quello che ho pensato riaprendo il topic.
A me questa pianta ricorda molto Aquilegia atrata, forse non sarà "canonica" in senso stretto ma se la vedessi dalle mie parti l'avrei class. con questo taxon. I giovani fiori, tendenzialmente rossastri, rafforzano ulteriormente questa mia supposizione.
:bye: franco
La teoria del tutto, ovvero perché l'universo esiste: se trovassimo la risposta decreteremmo il definitivo trionfo della ragione umana poiché allora conosceremmo il pensiero stesso di Dio.
Stephen W. Hawking
Umberto Ferrando
Moderatore
Messaggi: 4670
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28
Nome: Umberto
Cognome: Ferrando
Residenza(Prov): Mele (GE)

Re: Aquilegia nigricans Baumg. {ID 816 0}?

Messaggio da Umberto Ferrando »

F. Fen. ha scritto: 26 ago 2021, 21:08 Dopo aver letto attentamente Umberto e la monografia di E. Nardi sul gen. Aquilegia in IT. prendo coraggio e dico quello che ho pensato riaprendo il topic.
A me questa pianta ricorda molto Aquilegia atrata, forse non sarà "canonica" in senso stretto ma se la vedessi dalle mie parti l'avrei class. con questo taxon. I giovani fiori, tendenzialmente rossastri, rafforzano ulteriormente questa mia supposizione.
:bye: franco
Ovviamente se avessi dovuto fare una determinazione "al buio" avrei indicato anche io Aquilegia atrata e infatti... l'ho fatto! ;) Ci sta però che questa popolazione di Resia sia costituita da esemplari molto atipici, al punto da aver suscitato l'impressione che fosse qualcosa di diverso anche in persone molto esperte come Graziano. Aggiungo che usando la vecchia edizione del Pignatti si rischiava di determinare come "Aquilegia nigricans" tutti gli esemplari iper-ghiandolosi con fiori più violetti che rossastri di Aquilegia atrata e di piante così se ne trovano anche in altre parti del Nord Italia... Io stesso una decina di anni fa andai in compagnia di Mario Calbi a vedere una pianta, nei pressi di Isola del Cantone (GE), aveva fiori viola livido e fusti così ghiandolosi che se ci appoggiavi una carta di caramella ci restava attaccata e ricordo che, in assenza di alternative e con il Pignatti valutammo perfino Aquilegia nigricans.

Ciao
Umberto
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
Messaggi: 13014
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57
Nome: Daniela
Cognome: Longo
Residenza(Prov): Genova (GE)

Re: Aquilegia nigricans Baumg. {ID 816 0}?

Messaggio da Daniela Longo »

Confermerei anch'io A. atrata dopo una lettura di Nardi.
Daniela
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Rispondi

Torna a “Archivio floristico”