Senecio pseudolongifolius

Richieste d'aiuto per la determinazione di specie spontanee (e non).

Moderatori: F. Fen., rededivad, PIERA, Enrico Banfi

Rispondi
Marco Grandis
Messaggi: 1174
Iscritto il: 03 apr 2012, 14:08
Nome: Marco
Cognome: Grandis
Residenza(Prov): Genova (GE)

Senecio pseudolongifolius

Messaggio da Marco Grandis »

Ai Giardini Botanici Hanbury, un'asteracea senza cartello; è una pianta ricadente
che discende per circa 2 m, lungo un muro; le foglie sono lineari, molto lunghe e sottili.
Credo che sia nella tribù Senecioneae, forse americana.

PS (23 luglio): E' una pianta del Capo di Buona Speranza; con l'aiuto di Bruno Baudino, ho ricevuto il nome dai Giardini Hanbury (grazie a tutti!). La tassonomia è complicata e controversa, vedi sotto; uso il nome proposto in un articolo di botanici spagnoli e sudafricani, che non si sovrappone ad altri nomi accettati.

Senecio pseudolongifolius Sch.Bip. ex J.Calvo
Asteraceae
Giardini Botanici Hanbury, Ventimiglia (IM), mag 2021
Foto di Marco Grandis
Allegati
DSCN8884x.jpg
DSCN8884x.jpg (121.45 KiB) Visto 193 volte
DSCN8885x.jpg
DSCN8885x.jpg (179.21 KiB) Visto 192 volte
Marco Grandis
Messaggi: 1174
Iscritto il: 03 apr 2012, 14:08
Nome: Marco
Cognome: Grandis
Residenza(Prov): Genova (GE)

Re: un'asteracea ricadente ai Giardini Botanici Hanbury

Messaggio da Marco Grandis »

Ultime due
Allegati
DSCN8884y.jpg
DSCN8884y.jpg (84.08 KiB) Visto 191 volte
DSCN8886x.jpg
DSCN8886x.jpg (179.42 KiB) Visto 191 volte
Matteo SOM
Messaggi: 138
Iscritto il: 15 apr 2021, 21:43
Nome: Matteo
Cognome: Solimando
Residenza(Prov): Cellatica (BS)

Re: un'asteracea ricadente ai Giardini Botanici Hanbury

Messaggio da Matteo SOM »

Tra le numerose piante osservate a Villa Hanbury, qualche anno fa, pure io fui attirato da questa composita nord americana. Credo la chiamai "Senecio spartioides Torr. & A.Gray".

:bye: :bye: Matteo
Marco Grandis
Messaggi: 1174
Iscritto il: 03 apr 2012, 14:08
Nome: Marco
Cognome: Grandis
Residenza(Prov): Genova (GE)

Re: un'asteracea ricadente ai Giardini Botanici Hanbury

Messaggio da Marco Grandis »

Beh, siamo d'accordo sulla tribù. E vedo che anche Senecio spartioides ha fiori e foglie simili a queste.
Però mi pare che la forma ricadente della pianta di 'Hanbury', strana per un'asteracea, non risulti
neppure per questa specie.
Hai altre informazioni in proposito?
Perché hai pensato al Nord America? Io ci ho pensato solo perché asteracee così grandi vengono spesso di lì.
Grazie! :bye: Marco
Matteo SOM
Messaggi: 138
Iscritto il: 15 apr 2021, 21:43
Nome: Matteo
Cognome: Solimando
Residenza(Prov): Cellatica (BS)

Re: un'asteracea ricadente ai Giardini Botanici Hanbury

Messaggio da Matteo SOM »

Purtroppo non ho altre informazioni. Per le origini nord americane l'ho scoperto cercando nel web, sembra dell'ovest degli USA e del Messico. Il fatto che sia ricadente è certo strano però è anche vero che forse è cresciuta tra le pietre di un muretto. Colgo l'occasione per postare due foto mie, fatte quel giorno, cosi tu possa confrontarle e dirmi se si tratta del medesimo taxon. Con un pizzico di tristezza devo ammettere che la manutenzione dei giardini Hanbury è carente, numerose piante sono senza un cartellino e spesso invase da erbacce.
Allegati
248- Mortola Inferiore - Giardini Botanici Hanbury   .JPG
248- Mortola Inferiore - Giardini Botanici Hanbury .JPG (74.79 KiB) Visto 135 volte
249- Mortola Inferiore - Giardini Botanici Hanbury   .JPG
249- Mortola Inferiore - Giardini Botanici Hanbury .JPG (84.34 KiB) Visto 135 volte
Marco Grandis
Messaggi: 1174
Iscritto il: 03 apr 2012, 14:08
Nome: Marco
Cognome: Grandis
Residenza(Prov): Genova (GE)

Re: un'asteracea ricadente ai Giardini Botanici Hanbury

Messaggio da Marco Grandis »

Grazie, Matteo. La pianta che ho fotografato si trova vicino all'entrata dei Giardini. Nasce in terra, in una fascia di terreno poco accessibile, e scende lungo un muro di contenimento verso la fascia inferiore, cui si accede normalmente. Direi che il muro è alto circa 2 m, e che la pianta lo discende interamente. L'andamento ricadente è quindi spontaneo - a meno che sia stato indotto in coltivazione, per rendere la pianta più visibile.

Purtroppo non sono ancora riuscito a contattare un botanico che lavori lì.

Quando ho visto i giardini, erano tenuti molto bene e non c'erano 'erbacce'. Come succede spesso, mancano alcuni cartelli e altri non corrispondono alle piante vicine (o perlomeno a quelle presenti al momento della visita).

La tua pianta è certo molto simile (nelle foto, non mi sembra ricadente).

:bye: Marco
Matteo SOM
Messaggi: 138
Iscritto il: 15 apr 2021, 21:43
Nome: Matteo
Cognome: Solimando
Residenza(Prov): Cellatica (BS)

Re: un'asteracea ricadente ai Giardini Botanici Hanbury

Messaggio da Matteo SOM »

Io non ricordo bene l'ubicazione nel giardino, quindi non sono certo si tratti della stessa pianta. Se ti riesce contattare il botanico dei Giardini Hanbury e ti suggerisce il binomio del taxon, fammelo sapere.

:) :bye: :bye: Matteo
Marco Grandis
Messaggi: 1174
Iscritto il: 03 apr 2012, 14:08
Nome: Marco
Cognome: Grandis
Residenza(Prov): Genova (GE)

Re: un'asteracea ricadente ai Giardini Botanici Hanbury

Messaggio da Marco Grandis »

Con l'aiuto di Bruno Baudino (grazie!) ho ricevuto la determinazione della pianta dai G. Hanbury:
"Senecio longifolius, Sud Africa".

Questo nome presenta problemi intricati: attualmente è registrato come sinonimo di due piante europee (Tephroseris longifolia e Senecio linifolius (L.) L.) presenti in IPFI, e certo diverse da questa.

Cercando su SANBI, la pianta di Hanbury risulta essere una pianta sudafricana (del Capo di B.S.), inizialmente chiamata Senecio linifolius L., poi S. longifolius L., nomi illegittimi; il nome proposto attualmente (ma non ancora accettato, credo) è:
"Senecio pseudolongifolius Sch.Bip. ex J.Calvo" vedi:
Bothalia 43,2 (2013): https://www.researchgate.net/publication/275016461
https://www.riomoros.com/2020/05/seneci ... necio.html

La pianta è coltivata e naturalizzata in Spagna. L'articolo che propone il nuovo nome è firmato da tre botanici del Giardino Botanico di Madrid, e un botanico sudafricano molto noto (J. Manning).
Cambio i titoli in questo senso.

L'aspetto ricadente, mi dicono, potrebbe essere una crescita naturale verso la luce: la base della pianta, nella fascia superiore, è in ombra.
Rispondi

Torna a “Che pianta è?”