ophrys sphegodes ? $

Moderatori: F. Fen., Franco Giordana, rededivad

Rispondi
Avatar utente
alberto53
Messaggi: 4
Iscritto il: 22 ago 2019, 17:19
Nome: Alberto
Cognome: Beccari
Residenza(Prov): Comacchio (FE)

ophrys sphegodes ? $

Messaggio da alberto53 » 06 dic 2019, 19:50

prati retrodunosi, Lido delle Nazioni (FE), 1 m, maggio 2017
Foto di Alberto Beccari (archivio)
Sulla scheda sarebbe data come assente in regione Emilia Romagna
ophrys sphegodes.jpg
ophrys sphegodes.jpg (75.74 KiB) Visto 690 volte

Avatar utente
ricki51
Messaggi: 748
Iscritto il: 28 gen 2016, 15:47
Nome: Riccardo
Cognome: De Vivo
Residenza(Prov): Fidenza (PR)

Re: ophrys sphegodes ? $

Messaggio da ricki51 » 06 dic 2019, 21:56

Sì, si tratta di O. sphegodes. In realtà è una tra le Ophrys più diffuse in Regione: l'equivoco è dovuto all'idea fantasiosa che sopra alla linea del Po si incontri O. sphegodes, mentre a sud di esso le piante assumano i caratteri di O. classica. Chiunque abbia un po' di pratica spiccia con queste piante sa però perfettamente che O. sphegodes possiede nelle sue popolazioni caratteri morfologici di estrema variabilità e i presunti aspetti di diversificazione con O. classica si ritrovano tranquillamente e con frequenza fianco a fianco nelle medesime popolazioni. E questo sia sopra, sia sotto il Po. La scorsa primavera, tra parmense e piacentino, mi sono divertito a fotografare, anche in pochi metri quadri, una quantità di piante aventi i caratteri propri attribuiti a ben tre specie: O. sphegodes, O. classica e O. maritima. Inutile dire che il tutto rientrava serenamente nella variabilità di O. sphegodes, che da sempre abbiamo osservato dalle nostre parti! :bye: Riccardo

Avatar utente
myriam traini
Messaggi: 2157
Iscritto il: 22 giu 2011, 16:43
Nome: Myriam
Cognome: Traini
Residenza(Prov): Bergamo (BG)

Re: ophrys sphegodes ? $

Messaggio da myriam traini » 08 dic 2019, 18:01

Non essendo un'esperta di O.sphegodes, mi sono "divertita" a consultare testi vari ( di Pignatti, G.I.R.O.S.) per arrivare a questa conclusione: alcuni studiosi considerano O. classica come specie (questo è il criterio seguito da I.P.F.I.), altri come ssp. di O.sphegodes, altri come semplice variabilità all'interno della specie sphegodes. Ai posteri l'ardua sentenza!
:bye: Myriam
Nomina si nescis perit et cognitio rerum (L.)

Avatar utente
Merli Marco
Messaggi: 2883
Iscritto il: 18 dic 2013, 21:02
Nome: Marco
Cognome: Merli
Residenza(Prov): Stenico (TN)

Re: ophrys sphegodes ? $

Messaggio da Merli Marco » 09 dic 2019, 21:44

Purtroppo ai giorni nostri va molto di moda creare nuovi taxa, senza tener conto della grande variabilità morfologica di varie specie che si possono presentare causa svariati fattori climatici, edafici ecc...
Trovo assai poco convincente anche classificare una nuova specie confrontando e basandosi su limitate popolazione, il lavoro di classificazione va effettuato esclusivamente su ampio/amplissimo raggio

Ciao Marco

Avatar utente
Merli Marco
Messaggi: 2883
Iscritto il: 18 dic 2013, 21:02
Nome: Marco
Cognome: Merli
Residenza(Prov): Stenico (TN)

Re: ophrys sphegodes ? $

Messaggio da Merli Marco » 09 dic 2019, 21:46

Secondo la mia opinione moltissimi taxon classicati sono solo ecotipi di scarsissimo valore sistemato

Marco

Avatar utente
ricki51
Messaggi: 748
Iscritto il: 28 gen 2016, 15:47
Nome: Riccardo
Cognome: De Vivo
Residenza(Prov): Fidenza (PR)

Re: ophrys sphegodes ? $

Messaggio da ricki51 » 10 dic 2019, 13:02

Sono perfettamente d'accordo con Marco. Le Orchidaceae poi, famiglia fascinosa, hanno sempre attirato schiere di appassionati che, in qualche caso, hanno teso ad ergersi a esperti senza però avere basi solide di conoscenza e di esperienza. Le discese sistematiche di appassionati soprattutto del centro e nord Europa, in più di un'occasione, hanno generato la determinazioni di specie o sottospecie con il conforto di una sola visita in loco: ovvio che la valutazione risenta della mancanza di una visone generale delle popolazioni presenti e dei caratteri di variabilità che si riscontrano in esse. Per restare al tema ristretto del gruppo O. sphegodes, chi abbia girato le nostre zone sistematicamente e ripetutamente negli anni, non può non avere rilevato, nelle stesse popolazioni, variabilità estese di forma, disegno, colore, che non distinguono affatto entità differenti, ma semplicemente uno splendido variare casuale della morfologia della stessa pianta. Parlare di O. sphegodes con gibbe poco pronunciate a nord del Po, O. classica con gibbe pronunciate a sud e O. maritima solo in fascia tirrenica, ma non oltre i 100 m di altitudine, è semplicemente falso, questi caratteri, qui in Emilia, si ritrovano frammisti, abbondantemente frammisti, in mille popolazioni diverse di piante che non lasciano intendere nulla di concretamente differente tra loro. Detesto le asserzioni polemiche, però la scienza deve essere empirica, invece molti orchidofili, e purtroppo anche "autorevoli" pubblicazioni, sembrano ripetere senza verifica pseudogmi generati da determinazioni frettolose o non sufficientemente valutate. La prossima primavera pestiamo un po' di calanchi emiliani e vedremo che la dicotomia O.sphegodes - O. classica non comparirà più sui nostri Fora. Un saluto Riccardo

Avatar utente
Merli Marco
Messaggi: 2883
Iscritto il: 18 dic 2013, 21:02
Nome: Marco
Cognome: Merli
Residenza(Prov): Stenico (TN)

Re: ophrys sphegodes ? $

Messaggio da Merli Marco » 10 dic 2019, 13:16

Grande Riccardo, ottimo intervento

Marco

Avatar utente
Servodio
Amministratore
Messaggi: 3226
Iscritto il: 28 mag 2011, 21:21
Nome: Sergio
Cognome: Servodio
Residenza(Prov): Milano (MI)
Località: Milano e Canzo (CO)

Re: ophrys sphegodes ? $

Messaggio da Servodio » 10 dic 2019, 13:39

Sante parole Riccardo!

Sergio :bye:
"Carpe diem, quam minimum credula postero." Orazio
"Quel cielo di Lombardia così bello quand'è bello, così splendido, così in pace." A.Manzoni
https://www.actaplantarum.org/florule/f ... e.php?f=14

Avatar utente
Merli Marco
Messaggi: 2883
Iscritto il: 18 dic 2013, 21:02
Nome: Marco
Cognome: Merli
Residenza(Prov): Stenico (TN)

Re: ophrys sphegodes ? $

Messaggio da Merli Marco » 10 dic 2019, 20:10

Restando in tema orchidofilo (ometto in questa sede però il genere per non creare vespai....) alcuni anni fa alcuni orchidofili verosimilmente per avere nei secoli il loro nome, o forse solo per diffetto di osservazioni hanno creato nuove specie floristiche;
ricordo pochi anni fa durante il lavoro di monitoraggio orchidofilo io e la mia collega (io sopratutto la mia collega aveva paura ad esporsi) abbiamo avuto a che dire con due floristi (non italiani) amici dei floristi che avevano classificato questi pseudo taxon, la discussione stava diventando assai animata, io essendo in servizio ed in divisa ovviamente non ho potuto espormi molto ma sono stato chiarissimo :non: :non:

Se dovremmo seguire la prassi di questi pseudo floristi sistematici avremmo una moltitudine di specie, il tutto lo abbiamo successivamente osservato sul campo, solo ECOTIPI.....e basta altro che nuove specie, queste sono solo virtuali ;)

Ciao Marco

Rispondi

Torna a “Casi irrisolti”