Pagina 1 di 1

Primula hirsuta All. {ID 6170}

Inviato: 16 apr 2009, 21:18
da pierfranco
Primula grignensis D.M.Moser

Primulaceae: Primula delle Grigne
Pasturo (LC), 1600 m, apr 2003
Foto di Pierfranco Arrigoni

Re: Primula hirsuta All.

Inviato: 16 apr 2009, 21:19
da pierfranco
altre img

Re: Primula hirsuta All.

Inviato: 17 apr 2009, 14:02
da Marinella Zepigi
Primula grignensis è in sinonimia con P. hirsuta, ed è questo il binomio proposto dalla Checklist.

marinella :bye:

Re: Primula hirsuta All.

Inviato: 17 apr 2009, 17:30
da pierfranco
ok prendo atto.
Il prof. Moser Daniel Martin, ne descrive la "nuova specie" come 'nuovo reperto endemico della grigna meridionale', sulla pubblicazione FLORA DEL PARCO DEL VALENTINO E DEI PIANI RESINELLI ott 2003, -COMUNITA' MONTANA LARIO ORIENTALE -Cattaneo Editore-.
cito quanto scritto: La sua descrizione, inerente alla sua scoperta, è confermata dalla pubblicazione su 'CANDOLLEA 53, 1998 (pagg. 387-393).
Ringrazio per eventuali ulteriori delucidazioni :wall:

pierfranco

Re: Primula hirsuta All.

Inviato: 17 apr 2009, 18:38
da AleAle
Ciao!
Fa parte della normale dialettica nel campo della sistematica.
Alcune specie sono solide e la loro validità è da tutti condivisa.
Altre sono specie "deboli" e la loro identità risente molto del punto di vista o anche del momento storico.
Primula grignensis fa parte di questo secondo gruppo.
Non significa che le popolazioni non siano diverse; sicuramente quando Moser (peraltro studioso di chiara fama e in specifico della flora alpina) ha descritto questa specie le differenze rilevate erano (e restano) autentiche e verificabili.
Ma queste differenze non sono state ritenute significative al punto da giustificare la loro separazione da P. hirsuta. Infatti una successiva monografia su Primula sez. Auricula (di LI-BING ZHANG e JOACHIM W. KADEREIT pubblicata nel Botanical Journal of the Linnean Society, Volume 146 1: 2004) la ridusse a sinonimo.

Su questo tuttavia le opinioni sono libere e tutte di pari dignità.
Una possibile via potrebbe essere quella di "attenuare" la differenza individuando un livello di differenza inferiore; es attraverso la istituzione di una varietà o di una sottospecie.

Nel caso di Acta Plantarum la scelta generale è quella di attenersi alla Checklist, per trovare un linguaggio comune che in certi casi può non essere condiviso.

A malincuore a volte siamo costretti a rinunciare (magari solo temporaneamente) a specie alle quali ci eravamo affezionati. Noi appenninici settentrionali, ad es. abbiamo visto scomparire Saxifraga etrusca (tornata nel grembo di S. aspera) e Saxifraga latina (tornata in S. oppositifolia)...

:)

Ciao

Ale

Re: Primula hirsuta All.

Inviato: 19 apr 2009, 01:30
da Graziano Propetto
E noi a Narcissus radiiflorus ritornato poeticus e Helleborus odorus ritornato in viridis
Ciao
Graziano

Re: Primula hirsuta All.

Inviato: 20 apr 2009, 22:06
da Umberto Ferrando
Mah... il genere Primula è complicato di per sé, per gli elevati livelli di ploidia, per le introgressioni del materiale genetico di alcune specie in quello di altre e per altri motivi che non mi dilungo a spiegare (perché sono il primo a non comprenderli a fondo)... all'interno di Primula la sezione Auricula (cui appartengono Primula hirsuta All. e buona parte delle specie alpine) poi è un vero rompicapo... quindi credo che la scelta di affidarci alla Checklist sia inevitabile, detto questo non nascondo alcune perplessità, perché vedere una P. hirsuta All. crescere esclusivamente su substrati carbonatici (calcari arenacei e dolomitici), come avviene sulle Grigne, è una cosa che mi lascia perplesso...
La ragione della mia perplessità non la considero di poco conto: nelle Alpi occidentali (dal Colle di Tenda, verso Nord, almeno fino al Gran Paradiso) P. hirsuta All. è marcatamente acidofila e (quasi) esclusivamente silicola, addirittura è perfino più silicicola di quanto non lo siano le già abbastanza ossifile P. latifolia Lapeyr. e P. pedemontana Gaudin, due specie che notoriamente prediligono graniti e gneiss...

Ciao
Umberto