Un altro esempio di tenacia

Rispondi
Avatar utente
Anja
Moderatore
Messaggi: 9966
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Nome: Anja
Cognome: Michelucci
Residenza(Prov): Firenze (FI)
Località: Firenze

Un altro esempio di tenacia

Messaggio da Anja » 06 feb 2014, 18:07

Mantisalca duriaei sfuggita alla mia coltivazione dell'estate scorsa! Tanti semi sono 'volati' via per conto loro.. Ora c'è una bella rosetta davanti al cancello dentro una crepa del marciapiede! :D
P1010038.JPG
P1010038.JPG (177.5 KiB) Visto 1944 volte
:bye: anja
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Natura non facit saltus (Linneo)

bruma
Messaggi: 2350
Iscritto il: 19 mag 2010, 18:21
Nome: Vincenzo
Cognome: Volonterio
Residenza(Prov): Sorisole (BG)

Re: Un altro esempio di tenacia

Messaggio da bruma » 06 feb 2014, 21:28

A me solitamente succede il contrario... sono le "erbacce" di ogni tipo che arrivano da ogni dove e si stabiliscono definitivamente in quello che dovrebbe essere il mio orto! :wall:
Il lato positivo della faccenda è che mi diverto a a cercare di determinare le nuove "ospiti". :lol:

:bye:
Vincenzo

Avatar utente
Anja
Moderatore
Messaggi: 9966
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Nome: Anja
Cognome: Michelucci
Residenza(Prov): Firenze (FI)
Località: Firenze

Re: Un altro esempio di tenacia

Messaggio da Anja » 06 feb 2014, 22:57

bruma ha scritto:A me solitamente succede il contrario... sono le "erbacce" di ogni tipo che arrivano da ogni dove e si stabiliscono definitivamente in quello che dovrebbe essere il mio orto! :wall:
Il lato positivo della faccenda è che mi diverto a a cercare di determinare le nuove "ospiti". :lol:

:bye:
Vincenzo

Beato te che hai un orto! Il mio esperimento l'avevo fatto un un vaso su un piccolo balcone. :D
In una scatoletta di cartone ho tantissimi capolini secchi di M.duriaei e contengono moltissimi semi. Ogni tanto apro la scatoletta e sento ancora un profumo delizioso: sono gli eleosomi, attirano formiche con le loro sostanze zuccherine. Chissà se una seme non fosse trasportata lì nella crepa proprio dalle formiche stesse? Quindi chi volesse perpetuare l'esperimento, basta inviarmi un MP. Prezzo da stabilire.. :lol: :lol:
:bye: anja
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Natura non facit saltus (Linneo)

Rispondi

Torna a “In direzione ostinata e contraria”