Sphaecidae: Chalybion sp.

Rispondi
ricc2000
Messaggi: 1
Iscritto il: 01 lug 2021, 16:11
Nome: Paolo
Cognome: Riccioni
Residenza(Prov): Ancona (AN)

Sphaecidae: Chalybion sp.

Messaggio da ricc2000 »

Buongiorno a tutti,
da un po'di tempo sono comparse strane vespe completamente nere con sfumature verde petrolio, sono più piccole di una vespa normale ma molto veloci, in più lasciando la zanzariera aperta ho visto che andavano ad infilarsi in un buco del cartongesso della cucina dove passano i tubi della caldaia, non vorrei che facciano il nido nel controsoffitto...per stare sicuro ho spruzzato all'interno una dose di DDT.
Secondo voi sono pericolose e potrebbero aver lasciato larve?
Allego una foto di una vespa morta.
Grazie a tutti
Allegati
Vespa
Vespa
IMG_20210701_191746_compress14-2.jpg (90.69 KiB) Visto 218 volte
Carlo Monari
Moderatore
Messaggi: 387
Iscritto il: 24 set 2011, 14:09
Nome: Carlo
Cognome: Monari
Residenza(Prov): Milano (MI)

Re: Vespe nere

Messaggio da Carlo Monari »

Direi Chalybion sp., Hymenoptera Sphaecidae. Non so se è una specie nostrana o aliena, ma come tutti i congeneri dovrebbe essere un predatore di ragni ed è totalmente innocuo per gli uomini.
Ma il DDT è ancora in commercio? Mi sembrava fosse stato bandito decine di anni fa.
Ciao
Carlo Monari
chalybion
Messaggi: 111
Iscritto il: 04 mag 2018, 23:05
Nome: Giorgio
Cognome: Pezzi
Residenza(Prov): Bagnacavallo (RA)

Re: Sphaecidae: Chalybion sp.

Messaggio da chalybion »

In zona non sono sinora segnalate le due specie autoctone del sottogenere nominale e delle due esotiche posso escludere Chalybion californicum de Saussure di cui recentemente ho pubblicato un articolo di conferma in Italia, nel cremonese. Quindi, delle specie sinora note in Italia, dev'essere Chalybion bengalense Dahlbom di cui ha l'aspetto, peraltro estremamente simile esteriormente a molte altre e ormai diffusosi in larga parte d'Italia; è probabile che abbia fatto un nido da dove è uscito, come spesso fanno anche gli Sceliphron, nei cassonetti o altri anfratti casalinghi. Quanto al "DDT" e rispondo a Carlo :bye: , anche da me da sempre, si usa questo termine per indicare l'insetticida generico, e non il principio attivo, proibitissimo da vari decenni e non più in commercio in Italia. :bye:
Rispondi

Torna a “Hymenoptera”