Pagina 1 di 1

Nymphalidae: Erebia cassioides (Reiner & Hohenwarth, 1792)

Inviato: 17 ott 2014, 15:24
da Luciano43
Erebia tyndarus
Nymphalidae-sottofamiglia Satyrinae,Genere Erebia
Val Martello (BZ ) 18-08-2013 2200 m,



Non sono delle bellisime foto manca in galleria Lepidotera
Luciano43
Tyndarus .jpg
Tyndarus .jpg (131.61 KiB) Visto 796 volte

Re: Nymphalidae: Erebia cassioides (Reiner & Hohenwarth, 1792)

Inviato: 17 ott 2014, 15:29
da Luciano43
altre immagini
Erebia.jpg
Erebia.jpg (118.16 KiB) Visto 795 volte
Erebia  tyndarus.jpg
Erebia tyndarus.jpg (152.91 KiB) Visto 795 volte

Re: Nymphalidae: Erebia cassioides (Reiner & Hohenwarth, 1792)

Inviato: 17 ott 2014, 18:22
da egidio
belle Foto di un Lepidottero da me mai visto! fa parte di quelle specie che oltre ai pigmenti colorati, rifrangono la luce con le scaglie 'inventando' altri smaglianti colori: come Il genere 'Apatura' e qualche licenide. :bye:
egidio

Re: Nymphalidae: Erebia cassioides (Reiner & Hohenwarth, 1792)

Inviato: 18 ott 2014, 16:08
da rededivad
Probabilmente è Erebia nivalis, per via delle sfumature grigio bluastre della pagina inferiore dell'ala posteriore.

Per favore inserisci i dati come qui riportato:

http://www.actaplantarum.org/floraitali ... 36#p436136

:bye:

Re: Nymphalidae: Erebia cassioides (Reiner & Hohenwarth, 1792)

Inviato: 19 ott 2014, 21:19
da Luciano43
Io ho escluso la nivalis perchè non presente in quella valle ma presente in Alto Adige esclusivamente in Val di Vizze, in Trentino presente in Val di Sole.
Sarei molto lieto se veramente fosse la Erebia nivalis,presumo potrebbe essere la prima segnalazione per la Val Martello laterale in destra orografica della Val Venosta.
Luciano43

Re: Nymphalidae: Erebia cassioides (Reiner & Hohenwarth, 1792)

Inviato: 31 ott 2014, 22:59
da Luigi Cassulo
Osservando queste tre fotografie vedo che le prime due si riferiscono ad una specie: Erebia cassioides (Reiner & Hohenwarth, 1792) che è presente nelle Alpi Orobie, in Trentino-Alto Adige e ad est fino alle Karavanke e poi in Austria nel Gross-Glockner dove è stata descritta. Si distingue bene da Erebia tyndarus (Esper, 1781) perchè questa ha gli apici alari arrotondati e non possiede ocelli evidenti. Erebia nivalis Lorkovic & De Lesse, 1954 invece ha un aspetto più simile a tyndarus ma con gli ocelli e possiede il rovescio delle posteriori di un grigio argentato. Vive molto in alto nelle zona di crinale delle Alpi. La citazione della Val di Sole e precisamente di Alpe Pozze fatta da Arnscheid W., 1981 - Die Macrolepidopteren-Fauna des Sonnetal-Nonsberggebietes (Val di Sole und Val di Non in Oberitalien) (Insecta: Lepidoptera). Studi Trentini di Scienze Naturali, Trento, 57 (1980) Acta Biologica: 95-245 è errata e si riferisce a Erebia cassioides (Reiner & Hohenwarth, 1792) come abbiamo dimostrato in: Lattes A., Mensi P., Cassulo L., Balletto E. - 1994 - Genotypic variability in Western European members of the Erebia tyndarus species group. Nota Lepid., suppl., 5: 93-104.
La terza foto invece appartiene ad una specie differente e potrebbe trattarsi di una femmina di Erebia gorge (Hübner, [1804]). Le uniche erebie che da quelle parti non possiedono ocelli sulla banda ocra sono gorge e mnestra (Hübner, [1804]) che però non ha mai le nervature marcate di nero e vive su prato.
Sperando di essere stato esauriente vi saluto.
Luigi :bye: