Cochlearia officinalis L. {ID 2211} - Gran Bretagna, Scozia*

Ritrovamenti floristici all'estero

Moderatore: Enrico Banfi

Regole del forum
Leggete negli annunci qui sotto le regole da seguire per l'inserimento di nuovi argomenti in questo forum
Rispondi
Avatar utente
gianleonardo
Moderatore
Messaggi: 2695
Iscritto il: 08 set 2011, 21:51
Nome: Gianleonardo
Cognome: Allasia
Residenza(Prov): Roma (RM)

Cochlearia officinalis L. {ID 2211} - Gran Bretagna, Scozia*

Messaggio da gianleonardo »

Cochlearia officinalis L.
Brassicaceae: Coclearia medicinale
Isola di Skye (Inner Hebrides) Scozia (EE), 3 m, giu 2014
Foto di Gianleonardo Allasia

Un piccolo contributo alla Galleria di AP che, questa volta, viene dal remoto arcipelago delle Ebridi, in Scozia.
La coclearia medicinale cresce lungo le coste dell’isola di Skye, terra di grandi whisky e, soprattutto, di splendidi scenari naturali.
Questa specie (in inglese Common Scurvy-grass; in gaelico, lingua ancora parlata sull’isola, Am maraiche) possiede curiose, per una Brassicacea, foglioline carnose simili a quelle dell’edera, ricche in vitamina C ed in passato mangiate per prevenire lo scorbuto (scurvy, appunto, in lingua inglese).
In Italia è presente come Archeofita naturalizzata in Veneto ed Abruzzo.
Un :bye: da Gianleonardo
Allegati
Cochlearia officinalis L. (c).jpg
Cochlearia officinalis L. (c).jpg (45.17 KiB) Visto 652 volte
Cochlearia officinalis L. (b).jpg
Cochlearia officinalis L. (b).jpg (35.58 KiB) Visto 652 volte
carlo cibei
Amministratore
Messaggi: 7570
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:08
Nome: Carlo
Cognome: Cibei
Residenza(Prov): Genova (GE)
Località: Genova

Re: Cochlearia officinalis L. {ID 2211} - Gran Bretagna, Scozia*

Messaggio da carlo cibei »

Cochlearia officinalis L.
Brassicaceae: Coclearia medicinale
Isola di Skye (Inner Hebrides) Scozia (EE), 3 m, giu 2014
Foto di Gianleonardo Allasia
Allegati
Cochlearia_officinalis_64598_296574.jpg
Cochlearia_officinalis_64598_296574.jpg (78.45 KiB) Visto 452 volte
“... c'è chi vede il bicchiere mezzo pieno e chi lo vede mezzo vuoto. In realtà è sempre tutto pieno, di due sostanze diverse.”
Ester Armanino - L'Arca
Rispondi

Torna a “Paese che vai, pianta che trovi”