Nothofagus cunninghamii (Hook.) Oerst. (Nothofagaceae) - Australia

Ritrovamenti floristici all'estero

Moderatore: Enrico Banfi

Rispondi
Marco Grandis
Messaggi: 4236
Iscritto il: 03 apr 2012, 14:08
Nome: Marco
Cognome: Grandis
Residenza(Prov): Via Trento 16, 16145-Genova (GE)

Nothofagus cunninghamii (Hook.) Oerst. (Nothofagaceae) - Australia

Messaggio da Marco Grandis » 07 apr 2015, 12:32

Qui siamo in un parco nazionale dello stato di Victoria (Australia SE), lo stato di Melbourne.
Nothofagus cunninghamii è un albero sempreverde dell'Australia meridionale e Tasmania che può arrivare ai 55 m. (Nothofagus è un genere di 36 specie, dell'emisfero meridionale: Sud America e Australasia.)
Colgo l'occasione per aggiungere qualche foto della Great Ocean Road, la strada costiera dello stato di Victoria, che ha dei paesaggi bellissimi.

Nothofagus cunninghamii (Hook.) Oerst.
Nothofagaceae: Myrtle beech, Tasmanian Myrtle (Fagales)
Great Otway National Park - Great Ocean Road - Victoria (Australia), giu 2005
Foto di Marco Grandis
Allegati
DSCN2676x.jpg
DSCN2676x.jpg (166.82 KiB) Visto 378 volte
DSCN2677x.jpg
DSCN2677x.jpg (177.05 KiB) Visto 378 volte

Marco Grandis
Messaggi: 4236
Iscritto il: 03 apr 2012, 14:08
Nome: Marco
Cognome: Grandis
Residenza(Prov): Via Trento 16, 16145-Genova (GE)

Re: Nothofagus cunninghamii (Hook.) Oerst. (Nothofagaceae) - Australia

Messaggio da Marco Grandis » 07 apr 2015, 12:33

Lungo la costa ci sono molti pilastri di calcare e arenaria, staccati dalle falesie per l'erosione delle onde

Gibbson Steps - Great Ocean Road - Victoria (Australia), giu 2005
Foto di Marco Grandis
Allegati
DSCN2701x.jpg
DSCN2701x.jpg (191.32 KiB) Visto 377 volte
DSCN2702x.jpg
DSCN2702x.jpg (184.56 KiB) Visto 377 volte

Goz68
Messaggi: 3
Iscritto il: 18 nov 2018, 23:56
Nome: Pier Luigi
Cognome: Ferrari
Residenza(Prov): Vailate (CR)

Re: Nothofagus cunninghamii (Hook.) Oerst. (Nothofagaceae) - Australia

Messaggio da Goz68 » 03 dic 2018, 01:00

Buona sera sono un nuovo utente ed è la prima volta in assoluto che scrivo su di un forum. Sono un po' appassionato di piante e la scorsa settimana su un programma televisivo ho visto immagini e video sulla Tasmania, lungo stupendo, e mi ha incuriosito la descrizione sul nothofagus Cunninghammii . Mi chiedevo se mai esistono esemplari di questa specie importati in Italia , oppure se c'è l'opportunità di avere semi di questa specie. Sperando che nella zona in cui vivo, pianura padana, la si possa far crescere o coltivare. Grazie mille per eventuale risposta .Goz68

Marco Grandis
Messaggi: 4236
Iscritto il: 03 apr 2012, 14:08
Nome: Marco
Cognome: Grandis
Residenza(Prov): Via Trento 16, 16145-Genova (GE)

Re: Nothofagus cunninghamii (Hook.) Oerst. (Nothofagaceae) - Australia

Messaggio da Marco Grandis » 03 dic 2018, 18:16

Benvenuto! Effettivamente è un albero molto bello.
Non trovo traccia di Nothofagus cunninghamii, negli orti botanici italiani o limitrofi. Chissà se qualcuno, qui, ne sa qualcosa.
Per i semi, se metti "Nothofagus cunninghamii seeds" in Google trovi varie ditte australiane che li vendono e spediscono; non credo che siano venduti in Italia.
:bye: Marco

Avatar utente
Enrico Banfi
Moderatore
Messaggi: 4915
Iscritto il: 01 set 2009, 11:50
Nome: Enrico
Cognome: Banfi
Residenza(Prov): Milano (MI)

Re: Nothofagus cunninghamii (Hook.) Oerst. (Nothofagaceae) - Australia

Messaggio da Enrico Banfi » 03 dic 2018, 18:34

No, effettivamente non risulta neanche a me la disponibiltà di semi di questa specie da parte dei nostri orti botanici e simili istituzioni in Italia. Mi sa che ti conviene ordinarli, per es., qui:
https://www.nindethana.net.au/Product-D ... spx?p=4083
:bye:
Σκιᾶϛ ὄναρ ἄνθροπος (Pindaro, Pitiche VIII)

Goz68
Messaggi: 3
Iscritto il: 18 nov 2018, 23:56
Nome: Pier Luigi
Cognome: Ferrari
Residenza(Prov): Vailate (CR)

Re: Nothofagus cunninghamii (Hook.) Oerst. (Nothofagaceae) - Australia

Messaggio da Goz68 » 05 dic 2018, 00:04

Grazie per avermi risposto, sono anche un po' gasato per il vostro interesse, per eventuale acquisto di semi sono un po' in dubbio essendo stato sconsigliato dal piantare piante esotiche qui da noi. Può essere che diventino infestanti.?!?!?! Voi cosa ne pensate??

Marco Grandis
Messaggi: 4236
Iscritto il: 03 apr 2012, 14:08
Nome: Marco
Cognome: Grandis
Residenza(Prov): Via Trento 16, 16145-Genova (GE)

Re: Nothofagus cunninghamii (Hook.) Oerst. (Nothofagaceae) - Australia

Messaggio da Marco Grandis » 06 dic 2018, 22:32

Quest'albero è originario della Tasmania e dello stato di Victoria (Australia SE). In quest'ultimo l'albero è poco diffuso, in zone molto limitate; forse anche minacciato. Credo che sia coltivato negli USA, ma non trovo traccia di diffusione.
Mi sembra improbabile che possa diventare invasivo. Però ci vorrebbe il parere di qualcuno più competente.
:bye: Marco

Avatar utente
Enrico Banfi
Moderatore
Messaggi: 4915
Iscritto il: 01 set 2009, 11:50
Nome: Enrico
Cognome: Banfi
Residenza(Prov): Milano (MI)

Re: Nothofagus cunninghamii (Hook.) Oerst. (Nothofagaceae) - Australia

Messaggio da Enrico Banfi » 06 dic 2018, 23:07

Domanderei a Pier Lugi come intenderebbe utilizzare questa pianta, vale a dire se a titolo privato nel suo giardino piuttosto che sul terrazzo ecc., oppure in qualche allestimento verde di interesse più esteso. Perché l'eventuale rischio di affermazione e fuga della specie esotica è senz'altro più concreto su un uso esteso e sostanzialmente fuori controllo rispetto all'elemento da giardino che rimane sotto gli occhi del proprietario. In Italia non vi sono esperienze documentate di coltivazione di qualsiasi specie di Nothofagus, ma sinceramente penso anch'io parecchio improbabile che queste specie abbiano chances maggiori della semplice acclimatazione per poter diventare un pericolo nella nostra area climatica. :bye:
Σκιᾶϛ ὄναρ ἄνθροπος (Pindaro, Pitiche VIII)

Goz68
Messaggi: 3
Iscritto il: 18 nov 2018, 23:56
Nome: Pier Luigi
Cognome: Ferrari
Residenza(Prov): Vailate (CR)

Re: Nothofagus cunninghamii (Hook.) Oerst. (Nothofagaceae) - Australia

Messaggio da Goz68 » 07 dic 2018, 00:52

    Eccomi.Sinceramente pensavo di mettere la pianta in vaso, inizialmente, anche per vedere quanto siamo le sue potenzialità,e anche per preservarla nei primi periodi di crescita,da eventuali "pericoli"o attacchi di eventuali parassiti. Partendo dal seme in vaso avrei l'opportunità di ritirarla durante la stagione fredda,e poi non sarebbe in balia di probabili pallonate dei miei ragazzi o errori miei durante il taglio erba. Non possiedo un grande giardino, anzi il mio è anche fin troppo piccolo per contenere una pianta che può raggiungere anche più di 40 mt di altezza se ho ben capito. Avrei piacere documentarmi meglio, ma non conosco l'inglese e questo è un ostacolo che mi frena un po'. Guarderò meglio in internet per vedere se ci sono foto che chiariscano meglio questa tipologia di pianta. Sarebbe comunque ad uso ornamentale privato e in caso di semina non mi limiterei a piantarne uno solo, sarebbe da stolti, di conseguenza altre persone potrebbero usufruire di questa pianta. Ho tanti amici che hanno la mia stessa passione, sicuramente non avrei difficoltà a regalare loro una piantina. Per non parlare poi di mio suocero, lui si che ha un bel giardino grande, con cedri, faggi,quercia,olivo e molte altre. Nel servizio in TV ricordo d'aver sentito che è una pianta preistorica, vecchia di milioni di anni, forse avranno studiato il suo Dna, o gene, a patto che si possa fare. Tutto questo mi ha incuriosito e mi ha portato fin qui, a chiedere a chi ne sa più di me, io faccio il muratore, con la passione per le piante, spero un giorno di godere pienamente di questa passione, dedicandomi maggiormente alla coltivazione anche in vaso di specie un po' particolari. Vi ringrazio ancora per il vostro interesse e per la vostra pazienza nei miei confronti. :bye:

    Marco Grandis
    Messaggi: 4236
    Iscritto il: 03 apr 2012, 14:08
    Nome: Marco
    Cognome: Grandis
    Residenza(Prov): Via Trento 16, 16145-Genova (GE)

    Re: Nothofagus cunninghamii (Hook.) Oerst. (Nothofagaceae) - Australia

    Messaggio da Marco Grandis » 07 dic 2018, 10:43

    Auguri! Se li pianti, sarebbe interessante avere qui qualche foto delle piantine, appena nate, a un anno, ecc... Iniziando dai semi.
    Sarebbe una documentazione forse unica, a queste latitudini.
    Cordiali saluti, Marco

    Avatar utente
    Enrico Banfi
    Moderatore
    Messaggi: 4915
    Iscritto il: 01 set 2009, 11:50
    Nome: Enrico
    Cognome: Banfi
    Residenza(Prov): Milano (MI)

    Re: Nothofagus cunninghamii (Hook.) Oerst. (Nothofagaceae) - Australia

    Messaggio da Enrico Banfi » 07 dic 2018, 12:16

    Concordo con Marco, sarebbe bella la documentazione fotografica di una specie del tutto inconsueta e difficile da conoscere nei dettagli se non in natura a casa sua. Per quanto riguarda la faccenda "fossile vivente", in effetti sono stati fatti numerosi studi su base filogenetico-molecolare (DNA) coinvolgenti diverse specie di Nothofagus, il più recente dei quali (Xiang et al., 2014) avrebbe trovato per l'intero gruppo un'età d'origine compresa fra i 75-77 milioni di anni fa. In ogni caso i Nothofagus sono stati già da tempo giustamente staccati dalle famiglia dei faggi, castagni, querce ecc. (Fagaceae) e sono stati riconosciuti titolari di una propria discendenza (Nothofagaceae) specializzatasi nella zona temperata dell'emisfero australe. :bye:
    Σκιᾶϛ ὄναρ ἄνθροπος (Pindaro, Pitiche VIII)

    Rispondi

    Torna a “Paese che vai, pianta che trovi”