quanti MP?

Microscopi, binocoli, macchine fotografiche, GPS e ogni altro strumento da campo e di laboratorio

Moderatore: rededivad

Rispondi
Avatar utente
Jeppo67
Moderatore
Messaggi: 282
Iscritto il: 29 apr 2017, 22:24
Nome: Alessandro
Cognome: Canzoneri
Residenza(Prov): Corridonia (MC)
Contatta:

quanti MP?

Messaggio da Jeppo67 » 24 mar 2021, 23:44

Domanda da perfetto ignorante (nonchè inetto) in fatto di fotografia. Quanta importanza ha il valore MP di una fotocamera?
Traduco: stufo di vivere di di foto scattate con lo smartphone, vorrei cercarmi (magari nell'usato) una fotocamera per iniziare a lavorare un po' più decentemente; sto frugando, dopo aver letto (senza capirci molto) tra i vari post di questo forum e mi pare di capire che dovrei restringere il campo tra le bridge. Vorrei capire se esiste una "soglia minima" di MP (al di sotto della quale scartare a priori).
:bye:
X. Senzaterra "(...) narrare di fatti, di strade / come fossero cosa mia / ed è bello, intanto, sentire / di non possedere niente."

Avatar utente
ricki51
Messaggi: 673
Iscritto il: 28 gen 2016, 15:47
Nome: Riccardo
Cognome: De Vivo
Residenza(Prov): Fidenza (PR)

Re: quanti MP?

Messaggio da ricki51 » 26 mar 2021, 02:01

Ciao Jeppo, la tua domanda sottolinea bene il lavoro "perverso" di certo marketing, che ha indotto l'acquirente fotografo a pensare che la qualità dipenda dai megapixels del sensore. La realtà non è affatto così, sicuramente un certo livello di risoluzione serve, ma la verità è che oggi nessuna fotocamera manca di risoluzione. La qualità e il valore di una fotocamera, cioè la sua capacità di restituirci con facilità un'immagine dettagliata, nitida, ben a fuoco e immediatamente utilizzabile deriva da fattori, che ben poco hanno a spartire con la moltitudine di pixels del sensore. Ma andiamo con ordine e vediamo di valutare sensatamente le varie componenti. Partiamo pure dai megapixels. Una grande risoluzione ha utilità in due casi precisi: stampe di grande formato, oppure necessità di crop spinti, cioè di utilizzare ritagli ristretti di immagine, che conservino ancora una quantità di pixels sufficienti a fornire un buon dettaglio. In genere al giorno d'oggi e soprattutto nelle foto naturalistiche, che ci riguardano, ben pochi stampano e soprattutto hanno necessità di stampe di grande formato. Nel nostro campo di ripresa, invece, il crop può servire, però ricordiamo bene che sarà sempre meglio un'inquadratura ingrandita, cioè una vera macro, su un giusto numero di pixels, piuttosto che un ritaglio disperato su un'immagine molto risoluta, ma mal ripresa da lontano. Pensa poi che l'utilizzo più ricorrente delle nostre foto è la pubblicazione in rete, dove per forza di pixels se ne possono usare ben pochi. Comunque, per esperienza personale, pubblicazioni su riviste di tipo scientifico ben difficilmente richiedono risoluzioni superiori ai 6 megapixels, quindi il nostro problema non può sicuramente essere questo, visto che oggi le macchine in commercio vanno in genere dai 16 megapixels in su. Che cosa dunque, per esempio in riprese botaniche, ci può offrire ottima qualità di immagine e facilità di esecuzione? Essenzialmente due cose, un sensore non troppo piccolo e un obiettivo macro. Vedo che ti saresti orientato sulle bridges: se rimarrai di questa idea il mio consiglio è di andare su una che abbia un sensore da 1" e non più piccolo. Controlla che possa avvicinarsi molto al soggetto (da 1 a 3 cm) e che abbia una lunghezza focale in tele che arrivi almeno a 200mm equivalenti. Questo ti servirà moltissimo in macro per ingrandire, se userai una lente diottrica tipo la Raynox Dcr 250, che aumenterà molto possibilità e qualità di ripresa in questo campo. Adesso però ti passo un altro consiglio, che ti invito a valutare. Con una mirrorless e un obiettivo macro si ha una qualità, precisione e facilità di ripresa neanche immaginabili con altre macchine. Se vai su un sensore non enorme come il micro 4/3, puoi avere dimensioni e pesi molto ridotti e inoltre i costi, in questo formato, non sono esagerati. Vedevo oggi su Amazon un'offerta per Gx80 di Panasonic, più obiettivo 12-32mm a 316 euro. Certo poi un obiettivo macro ti costerà tra i 230 e i 460 euro, però sono beni durevoli e per molti anni ti permetteranno di ottenere facilmente risultati inimmaginabili in macro con uno smartphone che 8 volte su dieci ti mette a fuoco lo sfondo, anziché il soggetto che tu vorresti. Se ti interessano altre indicazioni, sia per le bridges, sia per le mirrorless, chiedi pure senza problema. :bye: Riccardo

Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
Messaggi: 12092
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57
Nome: Daniela
Cognome: Longo
Residenza(Prov): Genova (GE)

Re: quanti MP?

Messaggio da Daniela Longo » 26 mar 2021, 10:11

Ciao Alessandro. Anch'io ero passata per le bridge (Canon G-9) che ancora possiedo ma che ormai usoa mio marito quando esce in mare per evitare di rovinare le altre due macchine che sono Nikon D90 non recentissima ma perfetta, soprattutto con obiettivi fissi (un 22 mm, un 50 mm e un 135 mm più micro 60mm) che evitano aberrazioni e l'ultima arrivata una mirrorless 4/3 E-M10II che pesa 500gr con lo zoom 14-42mm a cui ho aggiunto un macro 60 mm (equivalente di un 200m) stabilizzato che mi consente un vero 1:1 e che pesa 200gr. Inclusa la borsa, la lente da campo e un piccolo kit di pulizia giro con meno di 1Kg e in genere non ho bisogno di cavalletto. Per quest'ultima più obiettivi avevo speso circa 1000€ acqustando tutto nuovo ma ne sono molto soddisfatta.
Ero indecisa tra la Olympus e l'equivalente Sony ma ho preferito la prima per l'obiettivo macro, un po' costoso ma veramente efficace.
Non amo molto la gamma cromatica delle Panasonic, che mi sembra un po' violenta.
Ovviamente tutte le foto vengono fatte in raw sia com la reflex che con la mirrorless. E' magnifico poter intervenire per piccole correzioni in post produzione (esposizione, bilanciamento del bianco,...) che equivalgono assolutamente a quelle che otterresti al momento dello scatto e che spesso sono difficile da ottenere se non hai ore a disposizione per ogni scatto. Ho scritto piccole correzioni: se la foto è completamente sbagliata rimarrà tale anche in postproduzione!!

Daniela
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)

Avatar utente
Jeppo67
Moderatore
Messaggi: 282
Iscritto il: 29 apr 2017, 22:24
Nome: Alessandro
Cognome: Canzoneri
Residenza(Prov): Corridonia (MC)
Contatta:

Re: quanti MP?

Messaggio da Jeppo67 » 28 mar 2021, 00:23

Grazie ad entrambi per le indicazioni.
Francamente sono sempre più confuso, perchè di fotografia non mi sono mai benchè minimamente interessato: per cui il profluvio di nuove informazioni a tratti aumenta le mie incertezze.
Fino a pochi mesi fa ho utilizzato uno smartphone molto datato: per rendere l'idea, montava Android 4, ormai fuori supporto per la quasi totalità delle applicazioni; pertanto di recente ho dovuto sostituirlo; orbene, nonostante disponga di ben 4 camere, mi vengono foto a dir poco spettrali, con percentuali di scartato quintuplicate - per non parlare delle presunte "macro" (mi venivano infinitamente meglio gli scatti eseguiti "ventre a terra" con il vecchio catorcio, al punto che sono tentato di riesumarlo per il solo utilizzo fotocamera finchè non avrò provveduto diversamente :lol: ).
Ciò di cui ho bisogno è qualcosa di non troppo costoso (ad evitare che moglie e figlie mi chiedano collettivamente il divorzio) e di relativamente SEMPLICE: la mia attività botanica è purtroppo confinata a momenti rubati (pause pranzo infrasettimanali, gite domenicali contese al menage familiare, escursioni che annualmente si contano sulle dita di una mano e amenità simili) pertanto corro il serio rischio di giocarmi le scarse occasioni per fare improbabili esperimenti di tecnica fotografica piuttosto che quel poco che perlomeno finora sono riuscito a portare a casa...
Mi stavo orientando verso le bridge unicamente intuendo (sulla base di quanto sin qui letto e dietro consiglio di un un paio di fotografi) potesse trattarsi di una gamma poco complessa ed abbastanza onnicomprensiva rispetto ai "nostri" intenti: se mi consigliate diversamente, non ho problemi a cambiare rotta.
A giorni incontrerò un amico fotografo a cui ho lanciato l'SOS: i parametri che mi avete sin qui fornito saranno senz'altro una base di partenza. :bye:
X. Senzaterra "(...) narrare di fatti, di strade / come fossero cosa mia / ed è bello, intanto, sentire / di non possedere niente."

Avatar utente
ricki51
Messaggi: 673
Iscritto il: 28 gen 2016, 15:47
Nome: Riccardo
Cognome: De Vivo
Residenza(Prov): Fidenza (PR)

Re: quanti MP?

Messaggio da ricki51 » 28 mar 2021, 23:25

Ho capito Jeppo, penso di avere forse peccato di un tecnicismo che al momento non ti interessa. Provo a rimediare consigliandoti una macchina con sensore piccolo, ma ottica luminosa, ottima escursione focale, lavora molto bene in macro, ho due amici che la usano da anni e ne sono molto soddisfatti proprio nel campo della documentazione botanica. E' la Panasonic Lumix FZ300. Ha anche la possibilità si registrare in raw, che al momento non ti interessa, ma in futuro ci potrebbe essere una evoluzione. Come praticità di utilizzo soprattutto in macro dovrebbe essere decisamente meglio di uno smartphone. Ciao, Riccardo

carlo cibei
Amministratore
Messaggi: 7353
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:08
Nome: Carlo
Cognome: Cibei
Residenza(Prov): Genova (GE)
Località: Genova

Re: quanti MP?

Messaggio da carlo cibei » 29 mar 2021, 08:06

ricki51 ha scritto:
28 mar 2021, 23:25
Ho capito Jeppo, penso di avere forse peccato di un tecnicismo che al momento non ti interessa. Provo a rimediare consigliandoti una macchina con sensore piccolo, ma ottica luminosa, ottima escursione focale, lavora molto bene in macro, ho due amici che la usano da anni e ne sono molto soddisfatti proprio nel campo della documentazione botanica. E' la Panasonic Lumix FZ300. Ha anche la possibilità si registrare in raw, che al momento non ti interessa, ma in futuro ci potrebbe essere una evoluzione. Come praticità di utilizzo soprattutto in macro dovrebbe essere decisamente meglio di uno smartphone. Ciao, Riccardo
Ottimo suggerimento, io uso Panasonic Lumix da sempre, ora ho una ormai vecchia FZ200 e mi trovo benissimo. Certo reflex e mirrorless sono superiori ma praticità, costo e la considerazione che il nostro fine non è la foto ma la documentazione delle piante mi fanno preferire le bridge.
:bye:
carlo
“... c'è chi vede il bicchiere mezzo pieno e chi lo vede mezzo vuoto. In realtà è sempre tutto pieno, di due sostanze diverse.”
Ester Armanino - L'Arca

Avatar utente
Jeppo67
Moderatore
Messaggi: 282
Iscritto il: 29 apr 2017, 22:24
Nome: Alessandro
Cognome: Canzoneri
Residenza(Prov): Corridonia (MC)
Contatta:

Re: quanti MP?

Messaggio da Jeppo67 » 29 mar 2021, 22:23

Ricky, il tuo ultimo suggerimento, mi tenta moltissimo; frugando on line la vedo nominata anche come "Lumix DMC-FZ300 schwarz" o "Lumix DCM-FZ300" (suppongo trattarsi sempre della stessa cosa) a prezzi contenuti entro i 400 € - anche decisamente meno se si volesse puntare sul refurbished o sulla precedente FZ200 testimoniata da Carlo. Direi che 2 pareri blasonati a fronte di una simile fascia di prezzo equivalgono a "bingo".
Per cui, se non emergeranno particolari novità dall'incontro con l'amico fotografo di cui parlavo, credo proprio che procederò all'acquisto.
E a quel punto ti (vi) tormenterò con i miei dubbi durante la messa in opera :lol:
Scherzi a parte: grazie davvero.
X. Senzaterra "(...) narrare di fatti, di strade / come fossero cosa mia / ed è bello, intanto, sentire / di non possedere niente."

Avatar utente
rededivad
Amministratore
Messaggi: 7996
Iscritto il: 24 apr 2008, 10:05
Nome: Davide
Cognome: Tomasi
Residenza(Prov): Cornedo Vicentino (VI)
Località: Cornedo Vicentino (VI)

Re: quanti MP?

Messaggio da rededivad » 01 apr 2021, 17:23

Concordo con il suggerimento dato. Io posseggo sia la Fz200, che la Fz300, e per il mio livello amatoriale, che non redo molto diverso dal tuo, va benissimo, in particolare se abbinate adelle lenti macro Raynox.
A riguardo in questo forum c'è anche un post proprio sulle lenti Raynox

viewtopic.php?f=139&t=46596
"Meravigliarsi di tutto è il primo passo della ragione verso la scoperta" L. Pasteur
"A compiacersi del semplice ci vuole un'anima grande” A. Graf
La gioia nell'osservare e nel comprendere è il dono più bello della natura” A. Einstein

Avatar utente
Jeppo67
Moderatore
Messaggi: 282
Iscritto il: 29 apr 2017, 22:24
Nome: Alessandro
Cognome: Canzoneri
Residenza(Prov): Corridonia (MC)
Contatta:

Re: quanti MP?

Messaggio da Jeppo67 » 01 apr 2021, 21:28

Ho ordinato proprio oggi la FZ300. Se mi ci troverò bene, avanzate tutti un aperitivo (al prossimo raduno AP, se e quando sarà) :D
X. Senzaterra "(...) narrare di fatti, di strade / come fossero cosa mia / ed è bello, intanto, sentire / di non possedere niente."

Rispondi

Torna a “Gli strumenti del naturalista”