Saxifraga callosa Sm. x Saxifraga cochlearis Rchb.

Rispondi
Umberto Ferrando
Moderatore
Messaggi: 4551
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28
Nome: Umberto
Cognome: Ferrando
Residenza(Prov): Mele (GE)

Saxifraga callosa Sm. x Saxifraga cochlearis Rchb.

Messaggio da Umberto Ferrando » 22 gen 2021, 13:00

Saxifraga callosa Sm. x Saxifraga cochlearis Rchb.
Regione Tenarda, Triora (IM), 1320 m, giu 2017
Foto di Umberto Ferrando

Difficile dire se si tratti di ibrido di prima o seconda generazione, perché in alta Valle Nervia e in alta Valle Argentina è veramente difficile trovare esemplari tipici di Saxifraga callosa Sm. I caratteri differenziali sono: brusco allargamento della foglia nella porzione apicale; infiorescenza non unilaterale a differenza di Saxifraga callosa Sm., presenza di peli ghiandolari con grandi ghiandole rossastre sugli scapi fioriferi e sui calici (come in Saxifraga cochlearis Rchb.). Non ho utilizzato l'epiteto Saxifraga lantoscana Boiss. & Reut. per due ragioni:
1. in IPFI e negli altri repertori continua a risultare come sinonimo di Saxifraga callosa Sm. (ed è un errore),
2. Saxifraga lantoscana Boiss. & Reut. a mio sommesso avviso andrebbe riservato all'ibrido fissato e non agli ibridi occasionali, che sono oltremodo frequenti dove le due specie convivono.
Allegati
sax (1).jpg
sax (1).jpg (162.91 KiB) Visto 646 volte
sax (2).jpg
sax (2).jpg (163.12 KiB) Visto 646 volte
sax (3).jpg
sax (3).jpg (80.7 KiB) Visto 646 volte
sax (4).jpg
sax (4).jpg (89.44 KiB) Visto 636 volte

Rispondi

Torna a “Ibridi”