Pagina 1 di 1

Pedicularis friderici-augusti Tomm.

Inviato: 14 set 2021, 17:23
da F. Fen.
Pedicularis friderici-augusti Tomm.
Orobanchaceae: Pedicolare di re Federico-Augusto
M.te Taiano (M. Slavnik), Slovenia (EE), 950 m, mag 2018
Foto di Franco Fenaroli

Dopo la discussione sulle presunte foto di P. friderici-augusti postate in A.P., in seguito tutte ricondotte a P. comosa, mi sono "ricordato :vecchio: " di averla fotografata (purtroppo oramai sfiorita a fine maggio) durante la settimana floristica 2018 dell'ABB tra Carso triestino e Istria slovena.
Il Monte Taiano è il "locus classicus" di Pedicularis friderici-augusti Tomm., specie endemica illirica segnalata presso Krvavi Potoc, territorio sloveno collocato nella sez. territoriale dell'alta Val Rosandra.
La Pedicolare fu scoperta da Bartolomeo Biasoletto (Botanico e Farmacista triestino) e dedicata dal suo descrittore Muzio Tommasini (Botanico e Politico italiano) a Federico Augusto, Re di Sassonia. Vegeta nella landa rupestre, non rara poco sotto la vetta del M. Taiano (1028 m).
Siccome in :i: mancano immagini del taxon (a parte la foto di Fabio Conti inviata da Enzo), ne allego 4 al topic sperando che possano essere utili.
:bye: franco

Re: Pedicularis friderici-augusti Tomm.

Inviato: 14 set 2021, 17:24
da F. Fen.
idem c.s.
:bye: franco

Re: Pedicularis friderici-augusti Tomm.

Inviato: 14 set 2021, 17:40
da F. Fen.
Ho provato a fare un crop per magnificare il tipo di pelosità "lanoso-ragnatelosa" dello scapo fio.
:bye: franco

Re: Pedicularis friderici-augusti Tomm.

Inviato: 14 set 2021, 21:01
da Alessandro
Bene :applauso:

Re: Pedicularis friderici-augusti Tomm.

Inviato: 14 set 2021, 22:11
da PIERA
ottimo!!!
:applauso: :applauso: :applauso:
Piera

Re: Pedicularis friderici-augusti Tomm.

Inviato: 19 set 2021, 07:56
da gianleonardo
F. Fen. ha scritto: 14 set 2021, 17:23 Pedicularis friderici-augusti Tomm.
Orobanchaceae: Pedicolare di re Federico-Augusto
M.te Taiano (M. Slavnik), Slovenia (EE), 950 m, mag 2018
Foto di Franco Fenaroli

Dopo la discussione sulle presunte foto di P. friderici-augusti postate in A.P., in seguito tutte ricondotte a P. comosa, mi sono "ricordato :vecchio: " di averla fotografata (purtroppo oramai sfiorita a fine maggio) durante la settimana floristica 2018 dell'ABB tra Carso triestino e Istria slovena.
Il Monte Taiano è il "locus classicus" di Pedicularis friderici-augusti Tomm., specie endemica illirica segnalata presso Krvavi Potoc, territorio sloveno collocato nella sez. territoriale dell'alta Val Rosandra.
La Pedicolare fu scoperta da Bartolomeo Biasoletto (Botanico e Farmacista triestino) e dedicata dal suo descrittore Muzio Tommasini (Botanico e Politico italiano) a Federico Augusto, Re di Sassonia. Vegeta nella landa rupestre, non rara poco sotto la vetta del M. Taiano (1028 m).
Siccome in :i: mancano immagini del taxon (a parte la foto di Fabio Conti inviata da Enzo), ne allego 4 al topic sperando che possano essere utili.
:bye: franco
Grazie, Franco, per aver messo in rete queste foto. Oltre ad arricchire la Galleria, contribuiscono a far conoscere meglio l'aspetto e le caratteristiche di questa specie. Purtroppo la falsa pista delle brattee ha indotto me e ed altri in errore. Ho perso e fatto perdere ore e giorni di uscite in montagna per niente.
Chissà se un giorno riuscirò ad imbattermi casualmente in questa specie. Molte delle località abruzzesi e laziali indicate nei vari testi da me consultati non hanno mai visto o non vedono più la presenza di questa specie. Più facile vederla nel locus classicus sloveno da te indicato.
Grazie ancora e :bye:
Gianleonardo

Re: Pedicularis friderici-augusti Tomm. {ID 5715 0}

Inviato: 19 set 2021, 09:38
da F. Fen.
La pianta, oramai completamente sfiorita a fine maggio, sarebbe rimasta inosservata se il Prof. Fabrizio Martini (UNI-TS) non l'avesse fatta conoscere al gruppo come uno dei "must" della gita sul M. Taiano. Me ne ero completamente dimenticato, qualche clik e via, pianta verde nel verde della gariga sommitale. Oltretutto in loco non avevo minimamente osservato i caratteri differenziali che la separano da altre specie simili. Ben vengano altre discussioni, il bello della vita è che c'è sempre qualcosa da imparare!
:bye: franco