Barlia robertiana (Loisel.) Greuter {ID 1147}

Immagini e ritrovamenti dei nostri iscritti
Rispondi
Avatar utente
myriam traini
Messaggi: 2078
Iscritto il: 22 giu 2011, 16:43
Nome: Myriam
Cognome: Traini
Residenza(Prov): Bergamo (BG)

Barlia robertiana (Loisel.) Greuter {ID 1147}

Messaggio da myriam traini » 09 mar 2020, 22:04

Barlia robertiana (Loisel.) Greuter
Orchidaceae: Barlia
Val Cavallina (BG), 350 m, mar 2020
Foto di Myriam Traini

La presenza in un'aiuola (seppur non curata e inselvatichita) fa sorgere dubbi sulla sua origine...
Allegati
berzo-barlia-robertiana-(8).jpg
berzo-barlia-robertiana-(8).jpg (181.61 KiB) Visto 246 volte
berzo-barlia-robertiana-(9).jpg
berzo-barlia-robertiana-(9).jpg (95.5 KiB) Visto 246 volte
Ultima modifica di myriam traini il 01 gen 1970, 02:00, modificato 0 volte in totale.
Motivazione: {Italia - 2 - 13 - 0}
Nomina si nescis perit et cognitio rerum (L.)

Avatar utente
myriam traini
Messaggi: 2078
Iscritto il: 22 giu 2011, 16:43
Nome: Myriam
Cognome: Traini
Residenza(Prov): Bergamo (BG)

Re: Barlia robertiana (Loisel.) Greuter

Messaggio da myriam traini » 09 mar 2020, 22:04

macro dei fiori
Allegati
berzo-barlia-robertiana-(10).jpg
berzo-barlia-robertiana-(10).jpg (79.26 KiB) Visto 245 volte
berzo-barlia-robertiana-(12).jpg
berzo-barlia-robertiana-(12).jpg (80.04 KiB) Visto 245 volte
Nomina si nescis perit et cognitio rerum (L.)

Avatar utente
Merli Marco
Messaggi: 2642
Iscritto il: 18 dic 2013, 21:02
Nome: Marco
Cognome: Merli
Residenza(Prov): Stenico (TN)

Re: Barlia robertiana (Loisel.) Greuter

Messaggio da Merli Marco » 09 mar 2020, 22:09

Ma.....questa specie comunque sia è in espansione verso nord causa il cambiamento climatico che porta temperature sempre più miti

Ciao Marco

Avatar utente
myriam traini
Messaggi: 2078
Iscritto il: 22 giu 2011, 16:43
Nome: Myriam
Cognome: Traini
Residenza(Prov): Bergamo (BG)

Re: Barlia robertiana (Loisel.) Greuter

Messaggio da myriam traini » 09 mar 2020, 22:19

Le nostre 2 uniche stazioni bergamasche (dubbie) sono una sul Lago d'Iseo, questa sopra il Lago di Endine dove il clima è sempre più mediterraneo.
:bye: Myriam
Nomina si nescis perit et cognitio rerum (L.)

Avatar utente
Alessandro
Moderatore
Messaggi: 4102
Iscritto il: 16 nov 2009, 23:24
Nome: Alessandro
Cognome: Federici
Residenza(Prov): Esine (BS)

Re: Barlia robertiana (Loisel.) Greuter {ID 1147}

Messaggio da Alessandro » 10 mar 2020, 21:22

Brava Myriam
:bye:
Alessandro

Avatar utente
ricki51
Messaggi: 758
Iscritto il: 28 gen 2016, 15:47
Nome: Riccardo
Cognome: De Vivo
Residenza(Prov): Fidenza (PR)

Re: Barlia robertiana (Loisel.) Greuter {ID 1147}

Messaggio da ricki51 » 11 mar 2020, 00:58

Ciao, la presenza in aiuola della Barlia non è affatto strana e non deve far pensare a forme di trapianto o coltivazione. Questa Orchidea sopporta bene terreni mediamente azotati, anzi proprio rifugge aree troppo povere di nutrienti. Quindi si insedia volentieri in campi da poco abbandonati dall'agricoltura e si trova spesso vicino alle case o proprio dentro i giardini. L'amico Luciano Bongiorni è stato il primo ad accorgersene e, negli ultimi anni, ha trovato nel piacentino decine di nuove stazioni in cascine abbandonate o giardini un po' trascurati. Oltretutto questi luoghi antropizzati garantiscono una assenza dell'istrice che negli ultimi tempi, dalle nostre parti, ha iniziato a devastare molte stazioni, quindi in queste aree la Barlia davvero prospera e si moltiplica rapidamente. Il relazione ai cambiamenti climatici, che favoriscono questa specie, sicuramente negli ultimi anni gli inverni miti sono stati di aiuto. Però per certo non è tutto. Non si spiegherebbe altrimenti come aree a clima mediterraneo come il Lazio o tutta la valle del Magra contino poche e sparute stazioni, mentre nel piacentino e parmense, in versante padano, la Barlia stia prosperando, le popolazioni sono ormai tante ed alcune anche ricchissime di esemplari in fiore. A conferma della propensione della Barlia ad accasarsi vicino all'uomo metto due foto: una mia, in cui muri e finestre fanno da sfondo ad alcuni esemplari, ed un'altra davvero bella di Luciano Bongiorni, scattata sabato scorso, in cui la Barlie svettano sul campanile del paesino piacentino in val Trebbia. :bye: Riccardo
Allegati
Himantoglossum robertianum.jpg
Himantoglossum robertianum.jpg (108.82 KiB) Visto 175 volte
Himantoglossum robertianum 2.jpg
Himantoglossum robertianum 2.jpg (160.55 KiB) Visto 175 volte

Avatar utente
myriam traini
Messaggi: 2078
Iscritto il: 22 giu 2011, 16:43
Nome: Myriam
Cognome: Traini
Residenza(Prov): Bergamo (BG)

Re: Barlia robertiana (Loisel.) Greuter {ID 1147}

Messaggio da myriam traini » 12 mar 2020, 21:34

Grazie Riccardo di queste precisazioni. Anche la mia Barlia cresce nelle vicinanze di una chiesa, come quella di Luciano. Abbiamo avuto il piacere noi del FAB di averlo come relatore sul genere Epipactis. Un caro saluto
:bye: Myriam
Nomina si nescis perit et cognitio rerum (L.)

Rispondi

Torna a “Foto e notizie di specie della flora spontanea italiana”