Pagina 1 di 1

Centaurium pulchellum (Sw.) Druce {ID 1971}? $

Inviato: 25 giu 2019, 15:32
da ricki51
Tabiano (PR), 320 m, giu 2019
Foto di Riccardo De Vivo

Popolazione di Centaurium decisamente abbondante, in ambiente di prati naturali abbandonati dall'agricoltura, su terreno povero e arido. Le piante sono alte dai 10 ai 25 cm. In un primo tempo ho pensato a C. pulchellum, ma poi mi sono accorto che gli internodi sono numerosi. Ho esaminato oltre cinquanta piante e il numero di internodi varia, in relazione alla dimensione della pianta, da 4 a 8. Nessuna pianta, pur esigua, ha mostrato meno di 4 internodi. A questo punto avrei pensato a Centaurium tenuiflorum, pur nell'apparente anomalia dell'ambiente, che comunque non parrebbe molto adatto nenche a C. pulchellum. Che ne pensate, ho visto bene o sto commettendo un errore? Grazie Riccardo

Re: Centaurium pulchellum (Sw.) Druce {ID 1971}? $

Inviato: 25 giu 2019, 15:33
da ricki51
Tabiano (PR), 320 m, giu 2019
Foto di Riccardo De Vivo

Re: Centaurium pulchellum (Sw.) Druce {ID 1971}? $

Inviato: 25 giu 2019, 15:33
da ricki51
Tabiano (PR), 320 m, giu 2019
Foto di Riccardo De Vivo

Re: Centaurium pulchellum (Sw.) Druce {ID 1971}? $

Inviato: 25 giu 2019, 15:34
da ricki51
Tabiano (PR), 320 m, giu 2019
Foto di Riccardo De Vivo

Re: Centaurium pulchellum (Sw.) Druce {ID 1971}? $

Inviato: 25 giu 2019, 15:35
da ricki51
Tabiano (PR), 320 m, giu 2019
Foto di Riccardo De Vivo

Re: Centaurium pulchellum (Sw.) Druce {ID 1971}? $

Inviato: 25 giu 2019, 21:47
da Jeppo67
Non sono assolutamente un esperto del genere, tuttavia devo ammettere di aver fatto le medesime considerazioni da te citate riguardo esemplari della mia zona, aventi caratteristiche e portamento analoghi. Anche l'ambiente era analogo a quello da te descritto: prato arido (in difformità dai suoli fangosi descritti come habitat caratteristico sia di C. tenuiflorum che di C. pulchellum), nei miei casi in compresenza di C. erythraea . Anch'io avevo infine optato per C. tenuiflorum proprio per la questione degli internodi numerosi.
Mi resta comunque il dubbio, avvalorato dalla lettura di parecchi dibattiti che vertevano sulla scarsa definizione di queste due specie. :bye:

Re: Centaurium pulchellum (Sw.) Druce {ID 1971}? $

Inviato: 26 giu 2019, 00:15
da ricki51
Grazie Alessandro per avere condiviso la tua esperienza. Effettivamente in pratica un solo carattere diacritico tra due specie è un po' poco, però vi è da dire che stamani ero pensoso davanti a piantine stentate di 10 cm, che presentavano 4 internodi, mentre altrove ho incontrato C. pulchellum ben più alto e rigoglioso , ma con due soli internodi. Aspettiamo comunque se qualcun altro conosca meglio queste specie e sia quindi in grado di esprimere un giudizio più definitivo. :bye: Riccardo

Re: Centaurium pulchellum (Sw.) Druce {ID 1971}? $

Inviato: 29 giu 2019, 19:55
da Mikado
Non conosco Centaurium tenuiflorum, per cui ho cercato ulteriori informazioni su altre flore. Riporto quanto indicato nella chiave di Flora Iberica alla dicotomia tra C. pulchellum e C. tenuiflorum (spero che la mia traduzione sia corretta):

C. pulchellum: fusti con 2-6 (8) nodi; cima principale di (3) 5-16 (23) cm, paniculiforme, con ramificazione a dicasio nel primo nodo e a monocasio nei seguenti, asimmetrica, con il primo internodo di 1,8-4,5 (5,5) mm; fiori con peduncolo di 2-15 (20) mm; stigma con lobi triangolari, con area papillosa del lato abassiale angolosa sul margine inferiore.
C. tenuiflorum: fusti con (3) 5-14 (19) nodi; cima principale di 2-10 (12) cm, corimbiforme, con ramificazioni solitamente a dicasio, simmetriche, con il primo internodo di 1-2,5 (3,5) mm; fiori con peduncolo di 0,5-7 (10) mm; stima con lobi oblungo-ellittici, con area papillosa del lato abassiale arrotondata sul bordo inferiore.

Riporto inoltre sempre da Flora Iberica un’illustrazione con il confronto tra lo stigma di C. pulchellum (m) e C. tenuiflorum (n).
Stigmi_Centaurium.jpg
Stigmi_Centaurium.jpg (7.57 KiB) Visto 381 volte
Da quello che riesco a vedere dalle belle foto di Riccardo, mi sembra che lo stigma si avvicini maggiormente a quello di C. pulchellum.
Per una conferma sarebbe però necessaria una verifica diretta del carattere.
:bye:
Michele

Re: Centaurium pulchellum (Sw.) Druce {ID 1971}? $

Inviato: 29 giu 2019, 22:51
da ricki51
Grazie Michele, finalmente un po' di chiarezza, ho l'impressione che quanto letto sul Pignatti non sia molto preciso. Cerco di vedere nelle immagini fatte se riesco a visualizzare ingrandito e nitido lo stigma. Altrimenti vedo di andare a rifotografare, sperando che l'attuale ondata di caldo non abbia combinato sfracelli. Un caro saluto, Riccardo

Re: Centaurium pulchellum (Sw.) Druce {ID 1971}? $

Inviato: 29 giu 2019, 23:18
da ricki51
Tabiano (PR), 320 m, giu 2019
Foto di Riccardo De Vivo
Grazie all'intervento di Michele e alle chiavi (ottime!) della Flora Iberica abbiamo già risolto: si tratta di Centaurium pulchellum senza alcun dubbio. Metto tre immagini in cui la testa ingrossata e triangolare dello stigma non può lasciare incertezze. Quindi la chiave relativa al numero di nodi, che in C. pulchellum non dovrebbe superare il valore di quattro è sicuramente errata e per altro non mi pare nemmeno il carattere diacritico principale. Grazie per avermi guidato alla soluzione del mio dubbio e penso che ora sarà per tutti più semplice e chiaro affrontare il discrimine tra questi due Centaurium. :bye: Riccardo

Re: Centaurium pulchellum (Sw.) Druce {ID 1971}? $

Inviato: 29 giu 2019, 23:18
da ricki51
Tabiano (PR), 320 m, giu 2019
Foto di Riccardo De Vivo

Re: Centaurium pulchellum (Sw.) Druce {ID 1971}? $

Inviato: 29 giu 2019, 23:39
da Mikado
Benissimo, caso risolto egregiamente grazie all'ottima documentazione fotografica. :applauso: :applauso: :applauso:
:bye:
Michele

Re: Centaurium pulchellum (Sw.) Druce {ID 1971}? $

Inviato: 06 lug 2019, 11:56
da Brunello Pierini
Sapete come si chiamava Centaurium pulchellum? Si chiamava Erythraea ramosissima Pers.
Allora Centaurium pulchellum è sempre ramosissimo e le ramificazioni partono sempre sotto la metà del fusto.
La pianta presentata per me è Centaurium tenuiflorum.
Brunello

Re: Centaurium pulchellum (Sw.) Druce {ID 1971}? $

Inviato: 21 lug 2019, 13:30
da Servodio
Riporto in evidenza.

Sergio :bye:

Re: Centaurium pulchellum (Sw.) Druce {ID 1971}? $

Inviato: 22 lug 2019, 10:16
da ricki51
Grazie Sergio per aver riportato in evidenza, perché mi era sfuggito l'intervento di Brunello, che qui ovviamente ringrazio, anche se con colpevole ritardo. Non so ovviamente cosa dire sul tema, che mi diventa ulteriormente confuso. Speravo che la chiave fornita da Flora Iberica relativa alla forma dello stigma fosse risolutiva, ma evidentemente Brunello non è di questo parere e nella determinazione privilegia altri aspetti morfologici. Purtroppo la mia esperienza diretta con le due specie in ballottaggio è men che risicata, quindi lascio la parola a chi le conosca bene. Di nuovo grazie a tutti per l'attenzione, che avete riservato al mio quesito. Un saluto Riccardo

Re: Centaurium pulchellum (Sw.) Druce {ID 1971}? $

Inviato: 22 lug 2019, 20:48
da Charaxes
Brunello Pierini ha scritto:
06 lug 2019, 11:56
Sapete come si chiamava Centaurium pulchellum? Si chiamava Erythraea ramosissima Pers.
Allora Centaurium pulchellum è sempre ramosissimo e le ramificazioni partono sempre sotto la metà del fusto.
La pianta presentata per me è Centaurium tenuiflorum.
Brunello
ASSARAFFANGALA!!!! :lol: :lol: :lol:

Re: Centaurium pulchellum (Sw.) Druce {ID 1971}? $

Inviato: 06 ago 2019, 21:02
da Servodio
Qualche altro parere... :fiuuuu:

Sergio :bye:

Re: Centaurium pulchellum (Sw.) Druce {ID 1971}? $

Inviato: 21 ago 2019, 17:27
da Servodio
-> irrisolti da conservare.