Salix triandra L. - Salice da ceste

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Bloccato
Avatar utente
Silvano Radivo
Moderatore
Messaggi: 3522
Iscritto il: 27 nov 2007, 20:24
Nome: Silvano
Cognome: Radivo
Residenza(Prov): Udine (UD)
Località: Udine

Salix triandra L. - Salice da ceste

Messaggio da Silvano Radivo » 15 gen 2017, 19:28

Salix triandra L.
Sp. Pl.: 1016 (1753)

Salix amygdalina L.

Salicaceae

Salice da ceste

Forma Biologica: P caesp - Fanerofite cespugliose. Piante legnose con portamento cespuglioso.

Descrizione: Arbusto dioico (talvolta alberello) policormico, alto 1-5(10) m, a chioma espansa; corteccia grigia liscia, sfaldantesi in placche irregolari in piante vecchie; ramuli glabri, verdastri o arrossati; legno molto flessibile, fragile all’inserzione dei rami sul fusto.
Foglie lanceolate od oblanceolate acute, con picciolo 0,5-1 cm ghiandoloso alla sommità; lamina glabra quasi concolore sulle due pagine (un po’ più opaca e glaucescente inferiormente) lar. 2(3) x 5-10(15) cm, con massima larghezza a metà o un po’ più sopra, base ottusa od attenuata, margine finemente e regolarmente dentato-ghiandoloso; vistose stipole persistenti, reniformi-semicordate e dentate.
Infiorescenze maschili (contemporanee o leggermente precedenti la fogliazione) in amenti peduncolati cilindrici lassi, diam. 0,8-1 cm x 5-8 cm, con 3 stami ad antere gialle, brattee basali persistenti gialle, 2 nettarii; infiorescenze femminili più piccole e dense in amenti 0,8 x 4-5 cm, con brattee giallo-verdastre persistenti pubescenti; stilo cortissimo, 1 solo nettario.
Frutto in capsula conica stipitata glabra di 4-6 mm.

Tipo corologico: Eurosiber. - Zone fredde e temperato-fredde dell'Eurasia.

Antesi: Da marzo a maggio.

Distribuzione in Italia: Specie a vasto areale euro-asiatico, grosso modo fra 37° e 60° di latitudine; presente anche in Marocco, Asia Minore ed Iran. Nel territorio nazionale è meno diffusa al meridione, assente nelle isole maggiori.

Habitat: Pianta a temperamento subcontinentale. Predilige, in pianura e collina, i luoghi umidi su suoli alluvionali e le sponde dei corsi d’acqua, spingendosi, in esposizione meridionale, fino all’orizzonte subalpino. Da 0 a 1400 m.

Immagine


Note di Sistematica: In Italia si trovano 2 sottospecie:
Salix triandra L. subsp. triandra, piuttosto rara allo stato spontaneo (risulta prevalentemente coltivata), con fusto liscio, gemme a lungo pelose, foglie verde pallido, lucide sopra e sotto;
Salix triandra subsp. amygdalina (L.) Schübl. & G. Martens, molto più comune, con fusto solcato, gemme solo temporaneamente pelose, foglie verde scuro, lucide superiormente, opache e glauche inferiormente.

Note, possibili confusioni: Confusione può a volte verificarsi con specie arbustive/arboree con foglie apparentemente simili, brattee verdastre/giallastre, 2 o più stami, ovario e capsula glabri, picciolo ghiandoloso alla sommità:

Salix pentandra L. ha foglie (1,5-2,5 x 5-12 cm) profumate da giovani, rigide glabre, ovali-ellittiche o lanceolate, acuminate, con bordo a denti grossamente ghiandolosi appiccicosi (per liquido giallo), stipole di regola assenti (assai ridotte solo sui rami turionali), amenti (posteriori alla fogliazione) lungamente peduncolati, stami riuniti a 5 (4-8);
Salix fragilis L., presente solo in alcune valli dell'area alpina italiana (assai poco diffuso e solo coltivato), a portamento arboreo, con rami e rametti molto fragili all’inserzione, foglie (3-4 x 9-16 cm) lanceolate lungamente acuminate glabre, con stipole caduche semicordate-reniformi ben sviluppate, brattee barbate caduche, 2 stami, capsula allungato-conica di 10 mm con cortissimo stilo;
Salix alba L. è spesso un alto albero (meno frequentemente arbusto), con rami spesso arcuato-pendenti, ramuli (prima pubescenti, poi glabri) giallastri o rossastri, foglie (1-2,5 x 9-12 cm) lanceolate o lanceolato-lineari attenuato-acuminate, a base cuneata e margine dentato-ghiandoloso, glabrescenti superiormente e sericeo-argentee di sotto per peli appressati, di regola senza stipole, 2 stami pelosi alla base con brattee pelose, capsula a stilo subnullo;
Salix x rubens Schrank (= S. alba L. x fragilis L., S. x russeliana Sm. ap. Willd., S. pendula Ser. p.p., S. fragilis L. var. sicula Strobl), albero (fino a 15-20 m) per lo più coltivato e abbastanza diffuso, molto simile a S. alba ed a S. triandra, con rami eretti (non pendenti), foglie (1,8-2 x 9-11 cm) prive di stipole, lungamente acuminate, cuneate alla base ed a bordo finemente seghettato, rivestite di peli argentei appressati di sotto, brattee ottuse lungamente barbate, usato per rinsaldamenti del suolo e per vimini.
Somigliante è anche:
Salix daphnoides Vill., che ha foglie (1,5-2,5 x 6-10 cm) ovali-oblunghe od oblanceolate verde scuro sopra e glauche inferiormente a margine dentato-ghiandoloso, rami dell’anno ricoperti di pruina bianco-azzurrognola, stipole persistenti ovali-lanceolate dentate, amenti maschili precoci densi sessili di lunghezza <= 4 cm, fiori maschili e femminili con 1 solo nettario, 2 stami, capsula compressa subsessile glabra o poco pubescente, con stilo lungo la metà, brattee densamente barbate bicolori, chiare alla base e nerastre in cima.

Tassonomia filogenetica

Immagine


______________________________________________________________________________

Etimologia: Salix: classico nome latino del salice, forse connesso con il sanscrito “saras” = “acqua”; altre fonti indicano derivazione dal celtico "sal lis" = “presso l'acqua”;
triandra: dal greco “τρεις treis” = “tre” e “ἀνήρ, ἀνδρός anér, andrós” = “maschio, del maschio”, cioè stame: a tre stami.

Proprietà ed utilizzi:
Pianta da vimini per eccellenza, grazie alla grande elasticità e resistenza dei giovani rami, che si scortecciano con facilità. Il nome comune richiama l’uso che ancora se ne fa nelle campagne per confezionare contenitori in genere (ceste, panieri, gerle); i vimini s’impiegano anche per stuoie grossolane, graticci e come legacci in operazioni agricole.
Altri usi del legno (per pali, imballaggi, cellulosa, compensati, pannelli, utensili agricoli) sono oggigiorno quasi decaduti; l’impiego come combustibile, pur ancora praticato, è di scarso rendimento termico, data la modesta compattezza del materiale. Non va dimenticato l’uso dei salici per il rinsaldamento di scarpate franose: cordonate e graticciate, vive e morte.
Tutti i salici contengono nella corteccia, oltre al tannino, anche la salicina, da cui si ricava acido salicilico, ad azione tonica, antireumatica, febbrifuga, antifermentativa ed astringente. Le foglie dei salici agiscono come cicatrizzanti, astringenti e sedative.

Principali Fonti
PIGNATTI S., 1982. Flora d'Italia, Edagricole, Bologna
PAIERO P., MARTINI F.,1988. I salici d'Italia, Lint, Trieste
CONTI F., ABBATE G., ALESSANDRINI A., BLASI C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore, Roma
FENAROLI L.,1967. Gli alberi d'Italia, Ed. Martello, Milano
MAGINI E., 1956. Salici, in Monti e Boschi 11 12, T.C.I., Milano
ZENARI S., 1956. Flora escursionistica, Zannoni Editore, Padova
Index Plantarum Flora Italicae - Indice dei nomi delle specie botaniche presenti in Italia.


Scheda realizzata da Silvano Radivo

Avatar utente
Silvano Radivo
Moderatore
Messaggi: 3522
Iscritto il: 27 nov 2007, 20:24
Nome: Silvano
Cognome: Radivo
Residenza(Prov): Udine (UD)
Località: Udine

Re: Salix triandra L. - Salice da ceste

Messaggio da Silvano Radivo » 15 gen 2017, 19:33

Salix triandra L. subsp. amygdalina (L.) Schübl. & G. Martens
Salicaceae: Salice da ceste
Amaro (UD), 220 m, apr 2009
Foto di Silvano Radivo
Allegati
1Sal_triand.jpg
1Sal_triand.jpg (183.18 KiB) Visto 2394 volte

Avatar utente
Silvano Radivo
Moderatore
Messaggi: 3522
Iscritto il: 27 nov 2007, 20:24
Nome: Silvano
Cognome: Radivo
Residenza(Prov): Udine (UD)
Località: Udine

Re: Salix triandra L. - Salice da ceste

Messaggio da Silvano Radivo » 15 gen 2017, 19:34

Salix triandra L. subsp. amygdalina (L.) Schübl. & G. Martens
Salicaceae: Salice da ceste
Amaro (UD), 220 m, apr 2009
Foto di Silvano Radivo
Allegati
2Sal_triand.jpg
2Sal_triand.jpg (200.75 KiB) Visto 2394 volte

Avatar utente
Silvano Radivo
Moderatore
Messaggi: 3522
Iscritto il: 27 nov 2007, 20:24
Nome: Silvano
Cognome: Radivo
Residenza(Prov): Udine (UD)
Località: Udine

Re: Salix triandra L. - Salice da ceste

Messaggio da Silvano Radivo » 15 gen 2017, 19:36

Salix triandra L. subsp. amygdalina (L.) Schübl. & G. Martens
Salicaceae: Salice da ceste
Amaro (UD), 220 m, apr 2009
Foto di Silvano Radivo


amenti maschili
Allegati
3Sal_triand.jpg
3Sal_triand.jpg (168.28 KiB) Visto 2394 volte

Avatar utente
Silvano Radivo
Moderatore
Messaggi: 3522
Iscritto il: 27 nov 2007, 20:24
Nome: Silvano
Cognome: Radivo
Residenza(Prov): Udine (UD)
Località: Udine

Re: Salix triandra L. - Salice da ceste

Messaggio da Silvano Radivo » 15 gen 2017, 19:37

Salix triandra L. subsp. amygdalina (L.) Schübl. & G. Martens
Salicaceae: Salice da ceste
Amaro (UD), 220 m, apr 2009
Foto di Silvano Radivo


pagina fogliare sup.
Allegati
4Sal_triand.jpg
4Sal_triand.jpg (154.6 KiB) Visto 2394 volte

Avatar utente
Silvano Radivo
Moderatore
Messaggi: 3522
Iscritto il: 27 nov 2007, 20:24
Nome: Silvano
Cognome: Radivo
Residenza(Prov): Udine (UD)
Località: Udine

Re: Salix triandra L. - Salice da ceste

Messaggio da Silvano Radivo » 15 gen 2017, 19:38

Salix triandra L. subsp. amygdalina (L.) Schübl. & G. Martens
Salicaceae: Salice da ceste
Amaro (UD), 220 m, apr 2009
Foto di Silvano Radivo


pagina fogliare inf.
Allegati
5Sal_triand.jpg
5Sal_triand.jpg (149.44 KiB) Visto 2394 volte

Avatar utente
Silvano Radivo
Moderatore
Messaggi: 3522
Iscritto il: 27 nov 2007, 20:24
Nome: Silvano
Cognome: Radivo
Residenza(Prov): Udine (UD)
Località: Udine

Re: Salix triandra L. - Salice da ceste

Messaggio da Silvano Radivo » 15 gen 2017, 19:39

Salix triandra L. subsp. amygdalina (L.) Schübl. & G. Martens
Salicaceae: Salice da ceste
Amaro (UD), 220 m, apr 2009
Foto di Silvano Radivo
Allegati
6Sal_triand.jpg
6Sal_triand.jpg (181.02 KiB) Visto 2394 volte

Avatar utente
Silvano Radivo
Moderatore
Messaggi: 3522
Iscritto il: 27 nov 2007, 20:24
Nome: Silvano
Cognome: Radivo
Residenza(Prov): Udine (UD)
Località: Udine

Re: Salix triandra L. - Salice da ceste

Messaggio da Silvano Radivo » 15 gen 2017, 19:40

Salix triandra L. subsp. amygdalina (L.) Schübl. & G. Martens
Salicaceae: Salice da ceste
Amaro (UD), 220 m, apr 2009
Foto di Silvano Radivo
Allegati
7Sal_triand.jpg
7Sal_triand.jpg (147.36 KiB) Visto 2394 volte

Bloccato

Torna a “Schede Botaniche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti