Heracleum mantegazzianum Sommier & Levier - stazione estinta

Domande, consigli: tutto ciò che non trova spazio negli altri forum.

Moderatore: Franco Giordana

Rispondi
paolippe
Messaggi: 7
Iscritto il: 16 lug 2014, 21:21
Nome: Paolo
Cognome: Lippe
Residenza(Prov): Fano (PU)

Heracleum mantegazzianum Sommier & Levier - stazione estinta

Messaggio da paolippe » 20 ago 2018, 15:46

Quest'anno sono tornato in vacanza in Val D'Aosta e passando dalla località "La Palud" a Courmayeur dove era pieno di panaci giganti, ho potuto constatare che anche lì ha prevalso la "pulizia etnica".

Non è più visibile nemmeno un esemplare della bella pianta!

Si dovrà andare in Svizzera, Francia, Germania o Regno unito per vederla... :wall: :wall: :wall:

ciao

Paolo

Avatar utente
Garabombo
Amministratore
Messaggi: 4415
Iscritto il: 05 apr 2010, 10:15
Nome: Cristiano
Cognome: Magni
Residenza(Prov): Milano (MI)

Re: Heracleum mantegazzianum Sommier & Levier - stazione estinta

Messaggio da Garabombo » 20 ago 2018, 16:03

Basta andare in Valsesia ;)

Ciao,
C.
"Io sono un filo d'erba / un filo d'erba che trema /E la mia Patria è dove l'erba trema.
Un alito può trapiantare / il mio seme lontano
"
rocco scotellaro

Avatar utente
Merli Marco
Messaggi: 3490
Iscritto il: 18 dic 2013, 21:02
Nome: Marco
Cognome: Merli
Residenza(Prov): Stenico (TN)

Re: Heracleum mantegazzianum Sommier & Levier - stazione estinta

Messaggio da Merli Marco » 20 ago 2018, 18:30

Paolo se vai in Alto Adige ne vedi e tanto

Ciao Marco

Avatar utente
Franco Giordana
Amministratore
Messaggi: 14763
Iscritto il: 01 feb 2008, 10:40
Nome: Franco
Cognome: Giordana
Residenza(Prov): Ca' delle Mosche, 26013 Crema (CR)
Località: Crema (CR)

Re: Heracleum mantegazzianum Sommier & Levier - stazione estinta

Messaggio da Franco Giordana » 20 ago 2018, 18:40

Non si devono aggiungere messaggi a quelli archiviati, si può fare riferimento al vecchio topic tramite un link come questo http://www.floraitaliae.actaplantarum.o ... hp?t=65460.
Franco
Allegati
Archivio.png
Archivio.png (10.95 KiB) Visto 197 volte
come eravamo prima di Acta:http://floragarz.net

Avatar utente
Merli Marco
Messaggi: 3490
Iscritto il: 18 dic 2013, 21:02
Nome: Marco
Cognome: Merli
Residenza(Prov): Stenico (TN)

Heracleum mantegazzianum Sommier & Levier

Messaggio da Merli Marco » 20 ago 2018, 18:44

Purtroppo oggi si continua a fare terrorismo botanico....... (ovviamente parlo in generale e non solo del nostro caso) è vero questa pianta può causare grossi problemi, ma non dobbiamo avere la fobia di tale specie.......... a volte si descrivono e si parla solo dei casi più gravi senza parlare della media.......

Un noto florista trentino è venuto a contatto con questa pianta con il sole ma non ha avuto nessun problema è ovvio se si conosce si evita ma non dobbiamo fare problemi e allarmismi.

I problemi italiani sono ben altri........... che qua non sto ad elencare altrimenti finirei la tastiere del mio PC che è nuovo mi dispiacerebbe....

So che in certe zone si usano pesticidi di iper potenza per tentare di eliminare Heracleum mantegazzianum ma chi usa questi pesticidi cosi tossici è talmente demente che non si rende conto che i residui vanno a finire nelle acque di ruscelli e fiumi che poi usiamo noi, sarà ben peggio usare dell' acqua contaminata che avere alcune piante di H. mantegazzianum

Dimenticavo Paolo: i veri alieni su questo pianeta siamo noi e non H. mantegazzianum e altre specie ritenute pericolose :non:

PS: io ho la fortuna di lavorare per il più grande parco naturale del Trentino, durante gli accompagnamenti e quanto sono dietro ad una cattedra per delle serate e corsi spiego ai corsisti e ai turisti il comportamento che si deve avere durante l' incontro con queste piante o anche comportamenti quando si può incontrare l' orso (altra fobia......quest' anno ho visto oltre 20 orsi, pochi giorni fa ho avuto il piacere di incontrare a 35 m. una femmina di orso con i suoi 4 cuccioli ero da solo a 1600 m. ma la mamma orsa se l' è filata di corsa e dietro a ruota i suoi cuccioli che emozione) ma non faccio allarmismi... quando si conosce si sa come comportarsi fondamentali.....per una convivenza serena

Ciao Marco

Avatar utente
maria grazia
Moderatore
Messaggi: 1612
Iscritto il: 25 mar 2008, 12:19
Nome: Maria Grazia
Cognome: Lobba
Residenza(Prov): Ciampino (RM)
Località: ciampino
Contatta:

Re: Heracleum mantegazzianum Sommier & Levier

Messaggio da maria grazia » 20 ago 2018, 22:00

Mi intrometto nella discussione per segnalare che, in Portogallo, attraversando una vegetazione incolta molto alta (peraltro nei pressi di zona umida) ci è successo di avere conseguenze come la foto in allegato. Ho pensato subito all'Heracleum montegazzianum, ancorchè in Portogallo non sia presente; in ogni caso ho fasciato la parte lesa per evitare i raggi solari che, a quanto pare, attivano il dna con gravi conseguenze. Tuttavia al momento non ho fatto caso della presenza di specie dannose, in quanto ci siamo accorti successivamente della lesione al braccio. Ho due piccole nipoti che abitano in Trentino e girano per montagne, spesso fuori sentiero. Ho subito segnalato loro la presenza dell'Heracleum montegazzianum perchè c'è anche il rischio di cecità se inavvertitamente gli occhi vengono a contatto con la pianta. A mio avviso la popolazione deve essere allertata della presenza di una specie pericolosa e spero vivamente che non si diffonda in altre regioni. Non tutti camminano per sentieri in fila indiana, gli speleologi, ad esempio, usano battere zone incolte e selvagge alla ricerca di grotte.
Allegati
effetti del panace (640x480).jpg
effetti del panace (640x480).jpg (56.36 KiB) Visto 202 volte

Avatar utente
Merli Marco
Messaggi: 3490
Iscritto il: 18 dic 2013, 21:02
Nome: Marco
Cognome: Merli
Residenza(Prov): Stenico (TN)

Re: Heracleum mantegazzianum Sommier & Levier

Messaggio da Merli Marco » 20 ago 2018, 22:26

Noi avvisiamo turisti/corsisti e gente del posto ma senza fare allarmismi che non servono a nulla

La gente comune è estremamente sensibile a quanto si scrive o si dice sui media e per tanto fare propaganda "pericolosa" non va bene...

Per quanto riguarda la cecità permanente è al quanto remota la possibilità di perdere la vista causa Heracleum mantagaxxinianum, è molto più probabile perdere la vista causa il contatto del lattice bianco presente nelle Euphorbie (comunissime negli orti e altrove) rispetto al raro Heracleum

Non ho altro da aggiungere, finisco che è più facile avere problemi seri con una zecca che con Heracleum, allora dobbiamo richiuderci in casa...

Ho visto durante le mie escursioni vedere degli escursionisti afflitti da fobia da Heracleum mantegazzianum prendere a calci piante di Angelica sulvestris scambiate per Heracleum, se questo è il modo di fare poveri noi siamo fuori da qualsiasi logica

State tranquilli che Heracleum non è un killer....abbiate fede...

Marco

Avatar utente
Merli Marco
Messaggi: 3490
Iscritto il: 18 dic 2013, 21:02
Nome: Marco
Cognome: Merli
Residenza(Prov): Stenico (TN)

Re: Heracleum mantegazzianum Sommier & Levier

Messaggio da Merli Marco » 20 ago 2018, 22:35

Dimenticavo: la gente afflitta da fobia da Heracleum mantegazzianum vede problemi dove non esistono e non vede i problemi che in natura sono mortali ovvero il fulmine, la caduta di una pietra ecc...ecc...

Saluti
Marco

Avatar utente
Franco Giordana
Amministratore
Messaggi: 14763
Iscritto il: 01 feb 2008, 10:40
Nome: Franco
Cognome: Giordana
Residenza(Prov): Ca' delle Mosche, 26013 Crema (CR)
Località: Crema (CR)

Re: Heracleum mantegazzianum Sommier & Levier - stazione estinta

Messaggio da Franco Giordana » 20 ago 2018, 22:50

NON aggiungete messaggi a quelli presenti in Archivio, sono ammessi solo interventi relativi alla correttezza della determinazione!!!
come eravamo prima di Acta:http://floragarz.net

Rispondi

Torna a “Varie di botanica”