Serapias x albertii E.G.Camus 1882

Rispondi
Avatar utente
r.b.shrike
Messaggi: 392
Iscritto il: 23 feb 2011, 19:54
Nome: Maurizio
Cognome: Busetto
Residenza(Prov): Albareto (PR)

Serapias x albertii E.G.Camus 1882

Messaggio da r.b.shrike » 12 giu 2016, 18:55

Serapias x alberti E.G.Camus 1882
Orchidaceae : Serapias x alberti
Compiano (PR), 600 m, giu 2016
Ibrido tra Serapias neglecta e Serapias vomeracea,specie presenti ed entrambe vicine al soggetto.

:bye: Maurizio
Allegati
IMG_al10001.JPG
Pianta intera
IMG_al10001.JPG (145.01 KiB) Visto 856 volte
IMG_al20001.jpg
particolare
IMG_al20001.jpg (136.33 KiB) Visto 856 volte
Il dolore è forse ciò che più fortemente fà esprimere gli artisti
-J.F.Millet_

ricki51
Messaggi: 277
Iscritto il: 28 gen 2016, 15:47
Nome: Riccardo
Cognome: De Vivo
Residenza(Prov): via XX Settembre,38 Fidenza (PR)

Re: Serapias x albertii E.G.Camus 1882

Messaggio da ricki51 » 11 set 2017, 16:37

Mi era proprio sfuggita questa segnalazione dell'amico Maurizio. Sarebbe davvero interessantissima la presenza di un ibrido tra S. neglecta e S. vomeracea in una terra come la nostra Emilia, in cui S. neglecta è rarissima e le poche piante presenti sono pure incostanti nelle fioriture annuali. Serapias xalbertii non è ibrido facile da identificare, perchè ne sortisce una pianta piuttosto simile a S. neglecta, ma con brattee più strette e allungate (influenza di S. vomeracea) e ipochilo un po' meno protrudente rispetto al casco tepalico. Il colore più scuro del labello lo tralescerei, perché S. neglecta è variabile in questo aspetto e si incontrano con relativa frequenza soggetti puri con fiori non chiari. In questa situazione direi che il carattere basilare da studiare, per confermare di essere in presenza di un ibrido, sia la callosità basale del labello, anche se in questo caso le diversità saranno più sottili rispetto a quando l'ibridazione avvenga con S. lingua. Chiedo a Maurizio se abbia fotografato la callosità basale di questo soggetto, perché ci toglierebbe ogni dubbio. Giudicando da immagini sono conscio di poter facilmente sbagliare, ma a me la pianta pubblicata in questo post lascia il forte sospetto di essere una Serapias neglecta pura. Sarà una gioia potermi ricredere. :bye: Riccardo

Rispondi

Torna a “Ibridi”