Chamaesyce canescens subsp. massiliensis (DC.) Soják

Immagini e ritrovamenti dei nostri iscritti
Rispondi
ricki51
Messaggi: 277
Iscritto il: 28 gen 2016, 15:47
Nome: Riccardo
Cognome: De Vivo
Residenza(Prov): via XX Settembre,38 Fidenza (PR)

Chamaesyce canescens subsp. massiliensis (DC.) Soják

Messaggio da ricki51 » 07 set 2017, 13:25

Euphorbiaceae: Euforbia di Marsiglia
Noceto (PR), 130 m, set 2017
Foto di Riccardo De Vivo

Le piante sono state incontrate ieri sulle prime colline parmensi in una stoppia di frumento. Per sicurezza chiedo conferma a chi conosca la specie, ma penso possa trattarsi di Chamaesyce canescens subsp. massiliensis , poichè i caratteri mi paiono coincidere integralmente con quelli delle foto proposte da giorgiof nel 2012 a questo link viewtopic.php?t=41189&p=264803#p264803 . Grazie Riccardo
Allegati
C. canescens ssp massiliensis  01.jpg
C. canescens ssp massiliensis 01.jpg (172.35 KiB) Visto 344 volte
C. canescens ssp massiliensis  02.jpg
C. canescens ssp massiliensis 02.jpg (124.77 KiB) Visto 344 volte

ricki51
Messaggi: 277
Iscritto il: 28 gen 2016, 15:47
Nome: Riccardo
Cognome: De Vivo
Residenza(Prov): via XX Settembre,38 Fidenza (PR)

Re: Chamaesyce canescens subsp. massiliensis (DC.) Soják

Messaggio da ricki51 » 07 set 2017, 13:26

Noceto (PR), 130 m, set 2017
Foto di Riccardo De Vivo
Allegati
C. canescens ssp massiliensis  03.jpg
C. canescens ssp massiliensis 03.jpg (162.39 KiB) Visto 342 volte
C. canescens ssp massiliensis  04.jpg
C. canescens ssp massiliensis 04.jpg (160.21 KiB) Visto 342 volte

ricki51
Messaggi: 277
Iscritto il: 28 gen 2016, 15:47
Nome: Riccardo
Cognome: De Vivo
Residenza(Prov): via XX Settembre,38 Fidenza (PR)

Re: Chamaesyce canescens subsp. massiliensis (DC.) Soják

Messaggio da ricki51 » 07 set 2017, 13:27

Noceto (PR), 130 m, set 2017
Foto di Riccardo De Vivo
Allegati
C. canescens ssp massiliensis  05.jpg
C. canescens ssp massiliensis 05.jpg (96.46 KiB) Visto 341 volte
C. canescens ssp massiliensis  06.jpg
C. canescens ssp massiliensis 06.jpg (128.27 KiB) Visto 341 volte

ricki51
Messaggi: 277
Iscritto il: 28 gen 2016, 15:47
Nome: Riccardo
Cognome: De Vivo
Residenza(Prov): via XX Settembre,38 Fidenza (PR)

Re: Chamaesyce canescens subsp. massiliensis (DC.) Soják

Messaggio da ricki51 » 07 set 2017, 13:28

Noceto (PR), 130 m, set 2017
Foto di Riccardo De Vivo
Allegati
C. canescens ssp massiliensis  07.jpg
C. canescens ssp massiliensis 07.jpg (103.09 KiB) Visto 340 volte
C. canescens ssp massiliensis  08.jpg
C. canescens ssp massiliensis 08.jpg (123.58 KiB) Visto 340 volte

ricki51
Messaggi: 277
Iscritto il: 28 gen 2016, 15:47
Nome: Riccardo
Cognome: De Vivo
Residenza(Prov): via XX Settembre,38 Fidenza (PR)

Re: Chamaesyce canescens subsp. massiliensis (DC.) Soják

Messaggio da ricki51 » 07 set 2017, 13:29

Noceto (PR), 130 m, set 2017
Foto di Riccardo De Vivo
Allegati
C. canescens ssp massiliensis  09.jpg
C. canescens ssp massiliensis 09.jpg (120.61 KiB) Visto 339 volte
C. canescens ssp massiliensis  10.jpg
C. canescens ssp massiliensis 10.jpg (104.18 KiB) Visto 339 volte

ricki51
Messaggi: 277
Iscritto il: 28 gen 2016, 15:47
Nome: Riccardo
Cognome: De Vivo
Residenza(Prov): via XX Settembre,38 Fidenza (PR)

Re: Chamaesyce canescens subsp. massiliensis (DC.) Soják

Messaggio da ricki51 » 07 set 2017, 13:29

Noceto (PR), 130 m, set 2017
Foto di Riccardo De Vivo
Allegati
C. canescens ssp massiliensis  11.jpg
C. canescens ssp massiliensis 11.jpg (135.5 KiB) Visto 338 volte
C. canescens ssp massiliensis  12.jpg
C. canescens ssp massiliensis 12.jpg (116.93 KiB) Visto 338 volte

Avatar utente
AleAle
Messaggi: 9489
Iscritto il: 28 feb 2008, 00:05
Nome: Alessandro
Cognome: Alessandrini
Residenza(Prov): Emilia Romagna (dintorni di Bologna) (BO)

Re: Chamaesyce canescens subsp. massiliensis (DC.) Soják

Messaggio da AleAle » 07 set 2017, 17:00

Secondo me è lei.
Tra l'altro continuo a vederla, vedo che non è una delle forme tipiche, ma non mi ricordo mai della sua esistenza.
Di sicuro c'è anche nel Modenese e altrove.
Belle immagini!
Ale

ricki51
Messaggi: 277
Iscritto il: 28 gen 2016, 15:47
Nome: Riccardo
Cognome: De Vivo
Residenza(Prov): via XX Settembre,38 Fidenza (PR)

Re: Chamaesyce canescens subsp. massiliensis (DC.) Soják

Messaggio da ricki51 » 07 set 2017, 17:54

Grazie Alessandro! :bye: Riccardo

Avatar utente
Mikado
Messaggi: 462
Iscritto il: 23 lug 2011, 18:39
Nome: Michele
Cognome: Adorni
Residenza(Prov): Lesignano de' Bagni (PR)
Località: Lesignano de' Bagni (PR)

Re: Chamaesyce canescens subsp. massiliensis (DC.) Soják

Messaggio da Mikado » 07 set 2017, 18:37

Anche per me è lei.
Spesso spero di trovarla in ambienti sinantropici, ma finora senza successo.
Belle immagini davvero!
:bye:
Michele

Avatar utente
giorgiof
Messaggi: 15696
Iscritto il: 15 mag 2011, 12:00
Nome: Giorgio
Cognome: Faggi
Residenza(Prov): Cesena (FC)

Re: Chamaesyce canescens subsp. massiliensis (DC.) Soják

Messaggio da giorgiof » 07 set 2017, 20:15

Mikado ha scritto:
07 set 2017, 18:37
Anche per me è lei.
Spesso spero di trovarla in ambienti sinantropici, ma finora senza successo.
Belle immagini davvero!
:bye:
Michele
La vedo più spesso nei campi, dopo il prelievo delle colture piuttosto che in ambienti sinantropici.
Giorgio :bye:

Avatar utente
Anja
Moderatore
Messaggi: 10871
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Nome: Anja
Cognome: Michelucci
Residenza(Prov): Firenze (FI)
Località: Firenze

Re: Chamaesyce canescens subsp. massiliensis (DC.) Soják

Messaggio da Anja » 07 set 2017, 20:33

Bella documentazione davvero! :applauso:
:bye: anja
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)

Avatar utente
AleAle
Messaggi: 9489
Iscritto il: 28 feb 2008, 00:05
Nome: Alessandro
Cognome: Alessandrini
Residenza(Prov): Emilia Romagna (dintorni di Bologna) (BO)

Re: Chamaesyce canescens subsp. massiliensis (DC.) Soják

Messaggio da AleAle » 07 set 2017, 20:47

giorgiof ha scritto:
07 set 2017, 20:15

La vedo più spesso nei campi, dopo il prelievo delle colture piuttosto che in ambienti sinantropici.
Giorgio :bye:
Stavo per dire la stessa cosa: è pianta da stoppie, prima che arino per la semina.
Ciao
Ale

ricki51
Messaggi: 277
Iscritto il: 28 gen 2016, 15:47
Nome: Riccardo
Cognome: De Vivo
Residenza(Prov): via XX Settembre,38 Fidenza (PR)

Re: Chamaesyce canescens subsp. massiliensis (DC.) Soják

Messaggio da ricki51 » 07 set 2017, 22:19

Confermo appieno che sia pianta da stoppia: sono ritornato oggi, perché ieri l'avevo incontrata quasi a notte e non avevo potuto valutare la sua diffusione. In realtà una vasta area è letteralmente tappezzata da questa specie, che quindi in loco è decisamente abbondante. Tra l'altro ho incontrato dei soggetti morfologicamente parecchio diversi, che penso essere piante parassitate. Domani preparo le foto e le sottopongo alla vostra esperienza. :bye: Riccardo

Avatar utente
Mikado
Messaggi: 462
Iscritto il: 23 lug 2011, 18:39
Nome: Michele
Cognome: Adorni
Residenza(Prov): Lesignano de' Bagni (PR)
Località: Lesignano de' Bagni (PR)

Re: Chamaesyce canescens subsp. massiliensis (DC.) Soják

Messaggio da Mikado » 07 set 2017, 22:47

Benissimo, grazie Giorgio, Alessandro e Riccardo delle informazioni.
Vorrei solo precisare che gli ambienti sinantropici comprendono in generale tutte le aree fortemente alterate dall'attività umana. Includono pertanto anche i seminativi (e quindi anche le stoppie).
Vi riporto il link a “La vegetazione sinantropica in provincia di Sondrio” in cui questi concetti sono spiegati molto bene (vedi anche pagine successive).
:bye:
Michele

Avatar utente
AleAle
Messaggi: 9489
Iscritto il: 28 feb 2008, 00:05
Nome: Alessandro
Cognome: Alessandrini
Residenza(Prov): Emilia Romagna (dintorni di Bologna) (BO)

Re: Chamaesyce canescens subsp. massiliensis (DC.) Soják

Messaggio da AleAle » 08 set 2017, 07:54

Mikado ha scritto:
07 set 2017, 22:47
Vorrei solo precisare che gli ambienti sinantropici comprendono in generale tutte le aree fortemente alterate dall'attività umana. Includono pertanto anche i seminativi (e quindi anche le stoppie).
Vi riporto il link a “La vegetazione sinantropica in provincia di Sondrio” in cui questi concetti sono spiegati molto bene (vedi anche pagine successive).
:bye:
Michele
Beh, certo; gli ambienti sinantropici sono tanti, comprese le stoppie (che vengono poco esplorate).
Michele, tra l'altro, a memoria, mi pare che qualcosa di simile lo vedemmo in quel campo dove arrivò il padrone il quale temeva che fossimo lì per rubare le pere.
Ricordi anche tu qualcosa di simile?
Ciao
A

PS: bello il link!

Avatar utente
Mikado
Messaggi: 462
Iscritto il: 23 lug 2011, 18:39
Nome: Michele
Cognome: Adorni
Residenza(Prov): Lesignano de' Bagni (PR)
Località: Lesignano de' Bagni (PR)

Re: Chamaesyce canescens subsp. massiliensis (DC.) Soják

Messaggio da Mikado » 09 set 2017, 09:11

AleAle ha scritto:
08 set 2017, 07:54
Michele, tra l'altro, a memoria, mi pare che qualcosa di simile lo vedemmo in quel campo dove arrivò il padrone il quale temeva che fossimo lì per rubare le pere.
Ricordi anche tu qualcosa di simile?
Sì, ricordo bene. La cosa che rende ancora più buffo l’incontro col proprietario del campo fu che, essendo inizio giugno, era preoccupato che fossimo andati ad ispezionare la produzione del suo pero per valutare se fosse idoneo per un furto alla maturazione dei frutti. :D

Per quanto riguarda la tipologia di vegetazione, in effetti si trattava anche in quel caso di un appezzamento agricolo invaso da specie annuali. Si trattava di un terreno arato e non seminato. Visto anche il periodo, erano abbondanti, sia in termini di copertura vegetale che di numero specie, le tipiche commensali delle colture di cerali, tra cui Papaver rhoeas, Delphinium consolida, Legousia speculum-veneris, Bifora radians, Ranunculus arvensis, Myagrum perfoliatum. Molto diffusa era Fumaria officinalis.

I campi di stoppie delle nostre parti si caratterizzano invece per la presenza di specie annuali a sviluppo tardo-estivo, che approfittano degli spazi resi disponibili dalla mietitura. Molte di esse hanno un tipico portamento prostrato ed hanno capacità tappezzanti, conferendo a questi ambienti un aspetto molto caratteristico. Tra queste, molto diffuse sono Chamaesyce spp., Fallopia convolvulus, Kickxia spp., Polygonum aviculare, Portulaca oleracea. La composizione delle “stoppie” dipende anche dalla quantità di fertilizzanti utilizzata e dalla disponibilità idrica (ed eventuale irrigazione) del terreno. Nei campi abbondantemente concimati sono abbondanti alte erbe nitrofile quali Amaranthus spp., Chenopodium spp., Solanum nigrum, Abutilon theophrasti. Dove maggiore è la disponibilità idrica (es. su suoli alluvionali) sono invece molto diffuse alcune specie tardo-estive quali Echinochloa crus-galli, Setaria spp., Digitaria sanguinalis, Persicaria lapathifolia.

:bye:
Michele

Rispondi

Torna a “Foto e notizie di specie della flora spontanea italiana”